Tallinn punta sulla cultura e stanzia €40 mln per renderla accessibile a tutti

Una scelta importante espressa dagli stessi cittadini, porterà la capitale dell’Estonia Tallinn, ad investire un consistente budget per migliorare i servizi culturali della città

tallinn
Foto di jacqueline macou da Pixabay

Tallinn è stata nominata Green Capital del 2023 e punta alla neutralità carbonica entro il 2035

(Rinnovabili.it) – L’uscente Green Capital 2023, la città di Tallinn in Estonia, mette a segno un importante intervento per il suo futuro e quello dei suoi abitanti, investendo una cifra record nientemeno che nella cultura. Con l’obiettivo di diventare carbon neutral entro il 2035, Tallinn ha giocato bene le sue carte migliorando l’infrastruttura energetica, riqualificando parte del patrimonio edilizio, potenziando la mobilità sostenibile. Ma quest’ultimo intervento sposta l’attenzione verso un tema talvolta trascurato nei processi di rigenerazione urbana: il coinvolgimento dei cittadini nella vita culturale.

Abbattere anche le barriere culturali

Il budget messo a disposizione dalla città di Tallinn è pari a ben 39,9 milioni di euro e permetterà di dare priorità all’accessibilità e all’inclusione culturale per garantire che tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni economiche o da bisogni speciali, possano far parte della vita culturale della città.

Il principale progetto di sviluppo culturale del 2024 sarà la ristrutturazione del complesso del Teatro Comunale di Tallin. Mentre il sistema Bibliotecario della città riceverà uno stanziamento per abbattere le barriere architettoniche e migliorare la qualità dei servizi offerti. Ma gli interventi di ristrutturazione del patrimonio edilizio si estenderanno anche ad altri edifici di importanza storica, dai Teatri ai Musei, fino al centro della Filarmonica.

Sondaggi e studi confermano l’alto livello di partecipazione alla vita culturale da parte dei residenti di Tallinn, ma c’è sempre il desiderio di maggiori opportunità. Per noi è fondamentale creare queste opportunità e prestare maggiore attenzione a soddisfare i bisogni speciali”, sottolinea il vicesindaco Kaarel Oja.

Libri, musica e arte: il “modo migliore per creare pari opportunità”

L’investimento del settore culturale ammonta a 21,6 milioni di euro, di cui 825.000 euro destinati all’acquisto di nuovi libri per la Biblioteca Centrale. “Le biblioteche oggi hanno diversi ruoli importanti, ma quello principale è ancora quello di rendere la conoscenza, l’informazione e la letteratura liberamente disponibili a tutti. Questo è il modo migliore per creare pari opportunità, e vediamo come la domanda in questo senso continua a crescere nelle biblioteche” prosegue Oja.

Il potenziamento dell’offerta immaginato da Tallinn si affida ad un approccio globale all’accessibilità ed alla disponibilità. E, cosa da non sottovalutare, agisce in via prioritaria sulle scelte opzionate dai cittadini stessi attraverso i sondaggio condotti ad inizio del progetto. Tra gli interventi selezionatati ci sarà un accesso gratuito ai Musei cittadini per i residenti, il sostegno ai principali festival della città, l’aumento della disponibilità dei testi per le biblioteche, e l’offerta di un servizio di trasporto gratuito tra i diversi centri culturali.

Articolo precedenteFonti rinnovabili e Paesi UE, i record del 2023
Articolo successivoVeicoli elettrici 2024, previsti 16,7 mln di mezzi venduti ma il trend frena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!