Edp: 1 mln per finanziare 9 progetti energetici in Africa a beneficio di 1 milione di persone

EDP, multinazionale del settore energetico con il 75% della produzione da fonti rinnovabili, investe 1 milione di euro per la realizzazione di 9 progetti che promuovono l’accesso alle energie rinnovabili in 4 Paesi africani: Mozambico, Nigeria, Angola e Malawi. I progetti andranno a beneficio di quasi un 1 milione di persone e avranno un impatto […]

edp

EDP, multinazionale del settore energetico con il 75% della produzione da fonti rinnovabili, investe 1 milione di euro per la realizzazione di 9 progetti che promuovono l’accesso alle energie rinnovabili in 4 Paesi africani: Mozambico, Nigeria, Angola e Malawi. I progetti andranno a beneficio di quasi un 1 milione di persone e avranno un impatto diretto in aree prioritarie come salute, agricoltura, istruzione e accesso all’acqua potabile.

“L’accesso all’elettricità è fondamentale per garantire la sicurezza e lo sviluppo di qualsiasi comunità. Si tratta di un problema di grande impatto in molte comunità remote o in situazioni di maggiore vulnerabilità nell’Africa sub-sahariana. Il nostro impegno, ora rafforzato dal finanziamento di altri nove progetti, è quello di continuare a contribuire a facilitare l’accesso all’energia pulita, sicura e a basso costo in queste comunità, promuovendo così l’inclusione energetica”, commenta Vera Pinto Pereira, membro del consiglio di amministrazione di EDP e responsabile della strategia globale di impatto sociale del gruppo.

leggi anche Se punta sul gas fossile, l’Africa rischia grosso

I progetti selezionati rientrano all’interno della quarta edizione del programma del Fondo A2E (Access to Energy) avviato nel 2018, un fondo di responsabilità sociale che nelle tre precedenti edizioni ha già erogato 1,5 milioni di euro per sostenere iniziative in Africa che hanno avuto benefici diretti e indiretti per oltre 1 milione di persone. Un impatto positivo che si rafforza in questa nuova edizione del programma, di cui si stima beneficeranno più di 40 mila persone direttamente e 900 mila indirettamente.

La Nigeria, con quattro progetti, e il Mozambico, con tre, sono ancora una volta i Paesi con il maggior numero di proposte selezionate in questa quarta edizione del Fondo A2E. Per quanto riguarda la Nigeria, i promotori scelti sono We Care Solar (energia per le maternità), Konexa (elettrificazione dei posti clinici e delle comunità adiacenti), Reeddi (capsule solari per famiglie e piccole imprese) e Optimal Greening Foundation (progetto di acqua potabile e servizi igienici).

In Mozambico, le entità selezionate sono state l’Associazione Educafrica (elettrificazione della scuola e delle attrezzature comunitarie in un’isola di pescatori), ADPP Mozambico (sistema di refrigerazione per il mercato del pesce) e Fundación Energia sin Fronteras (elettrificazione della fattoria di un orfanotrofio). La Fundación Cuerama, con un progetto per l’elettrificazione di attrezzature a servizio di una comunità, è il promotore selezionato in Angola, mentre aQysta Malawi, con un sistema di lavorazione agricola alimentato a energia solare, è il progetto scelto in Malawi.

EDP rafforza così il suo impegno per la sostenibilità del pianeta, attraverso la diffusione delle energie rinnovabili e la lotta alla povertà e all’esclusione elettrica che ancora condizionano la vita di milioni di persone, soprattutto nelle comunità rurali più remote dei Paesi in via di sviluppo. Il sostegno a questi progetti è quindi un contributo decisivo per garantire un futuro più sostenibile, inclusivo ed equo, in linea con l’ambizione dell’azienda di essere totalmente green entro il 2030.

Articolo precedenteRenexia: accordo quadro con sindacati Sicilia per lavoro parco eolico MedWind
Articolo successivoEolico offshore italiano 2022, Terna rilascia soluzioni di connessione per 95 GW

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui