MAPS, algoWatt e Acea Produzione vincono il bando Start 4.0

SAMPLE sarà sviluppato con il supporto del Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi (DIBRIS) dell’Università degli Studi di Genova

tecnologie pulite brevetti
via depositphotos.com

MAPS, PMI Innovativa quotata su AIM Italia attiva nel settore della digital transformationalgoWatt, GreenTech Solutions Company quotata sul mercato MTA, e Acea Produzione, società del Gruppo ACEA che opera nella produzione di energia elettrica da fotovoltaico, comunicano di essersi aggiudicate il bando Start 4.0 con il progetto SAMPLE, una piattaforma per la gestione e la resilienza delle cosiddette “infrastrutture critiche”, dedicate alla produzione di energia da impianti fotovoltaici, del valore complessivo di circa 450 mila euro.

Il Bando 2020 per “l’erogazione di contributi a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in tema di tecnologie abilitanti 4.0 per la sicurezza delle infrastrutture critiche” è stato indetto dal Centro di competenza Start 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, che riunisce 39 tra le più importanti realtà pubbliche e private. Sono state finanziate complessivamente tre progetti ad alto valore aggiunto in termini di tecnologie abilitanti, in linea con le direttrici del PNRR del Governo Italiano: ANCHOR e A4S, dedicati allo sviluppo di tecnologie abilitanti in ambito portuale, con particolare riferimento alla sicurezza infrastrutturale e alla safety dei lavoratori e SAMPLE, incentrato sulla transizione energetica.

Il progetto SAMPLE

SAMPLE mira a studiare, elaborare e validare una soluzione per la gestione e la resilienza di infrastrutture critiche dedicate alla produzione di energia da Fonti Rinnovabili Non Programmabili (FRNP), con particolare riferimento alla generazione da impianti fotovoltaici e alla loro interconnessione con le reti elettriche. Si pone come supporto concreto per la transizione energetica del nostro Paese, supportando l’industria dell’energia solare a monitorare, prevedere ed evitare guasti o problemi di degrado che possano portare ad una riduzione della produzione di energia con rischi per la continuità e qualità del servizio.

Implementare una strategia basata sulla manutenzione predittiva significa adottare un approccio strategico per massimizzare l’operatività degli Assets, aumentando la vita tecnica degli impianti del 20%, riducendo i costi di manutenzione fino al 10% dell’asset fotovoltaico. La soluzione che verrà sviluppata garantirà una qualità nella continuità di servizio mediante tecniche di diagnostica avanzata e prognostica che migliorano il processo di produzione, identificando anomalie e prevenendo guasti dell’impianto. La soluzione viene integrata nei sistemi Operation & Maintenance e di Asset Supervision migliorando i prodotti e tecnologie per le società coinvolte e per i clienti che gestiscono impianti

La piattaforma è basata sull’acquisizione e aggregazione intelligente di dati provenienti da sorgenti eterogenee e sullo sviluppo di funzioni di simulazione del comportamento atteso degli impianti integrate con sistemi di imaging per il monitoraggio fisico degli impianti con droni. L’efficacia della piattaforma sarà validata in ambiente simulato sulla base di osservazioni e dati storici raccolti sugli impianti del “nodo infrastrutturale di ACEA Produzione e del Campus di Savona di UNIGE” (Smart Polygeneration Microgrid e Smart Building, nodo infrastrutturale energia).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui