Mobilità elettrica: Bari offre la prima rete di ricarica del Sud

Bari diventa la prima città del Sud Italia ad offrire una rete di ricarica pubblica per veicoli elettrici, basterà abbonarsi per ricevere la card ricaricabile e fare il pieno di energia

Mobilità elettrica: Bari offre la prima rete di ricarica del Sud(Rinnovabili.it) – La mobilità elettrica pubblica arriva nel sud Italia a e fa tappa a Bari, prima città del Meridione a dotarsi di una rete di ricarica che permetterà ai cittadini di spostarsi senza inquinare.

Nel capoluogo pugliese sono state istallate, nelle aree strategiche, 23 colonnine realizzate da Enel fortemente volute e presentate dal sindaco Michele Emiliano. “L’iniziativa odierna – ha dichiarato il sindaco di Bari – si inserisce nella più ampia strategia della nostra amministrazione sulla mobilità sostenibile. Ovviamente queste colonnine pubbliche sono utili a quanti utilizzano auto elettriche che non inquinano e abbassano il livello di polveri sottili nell’aria. La collaborazione con Enel si conferma molto proficua e ci auguriamo che questo metodo possa coinvolgere anche aziende locali che lavorano nel settore. Una cosa è certa: l’amministrazione comunale continuerà a diffondere un’idea di trasporto sostenibile, rispettoso della salute dei cittadini e dell’ambiente, cercando di dare continuità alle esperienze positive maturate in questi anni”.

 

Per avere accesso al servizio l’utente interessato dovrà registrare un contratto con un fornitore energetico che darà diritto ad una card ricaricabile per effettuare il pieno di energia e procedere con la propria vettura, senza rilasciare inquinanti e dando un’ulteriore sprint alla mobilità elettrica.

Rispettando la normativa, Enel ha predisposto la colonnina per offrire una doppia presa, in modo che tutti possano ricaricare i propri veicoli, sia i possessori di nuovi che di vecchi modelli. Il progetto si presenta inoltre con l’obiettivo secondo di estendere al più presto la rete portando a 50 i punti di ricarica per offrire così un servizio efficiente e capillare.

L’iniziativa barese di mobilità elettrica rientra nel progetto europeo “Smart City” e quindi la città parteciperà alla selezione delle migliori città che hanno deciso di offrire alla popolazione alternative green e progetti di riduzione delle emissioni inquinanti.