Symbio (Stellantis) inaugura la gigafactory di celle a combustibile più grande d’Europa

La joint venture tra Stellantis (l’ex Fiat), Michelin e Forvia ha annunciato ieri il più grande sito di produzione integrata di fuel cell del continente. L’impianto attuale sarà ampliato, rinnovato e potenziato, puntando molto su innovazione e ricerca. Andrà a regime dal 2026

Gigafactory celle a combustibile: ecco SymphonHy, la più grande d’Europa
crediti: Symbio

Il sito sorgerà in Francia e produrrà 50mila fuel cell l’anno dal 2026

(Rinnovabili.it) – Produrrà 50.000 fuel cell ogni anno, dal 2026, rispetto alle 16mila di oggi. In un impianto situato vicino a Lione che sarà ampliato fino a 40mila m2, di cui 7mila dedicati all’innovazione tecnologica e industriale, e autosufficiente dal punto di vista energetico. È SymphonHy, la prima gigafactory di celle a combustibile inaugurata ieri da Symbio, la joint venture paritaria tra Stellantis, Michelin e Forvia. Numeri che la rendono, per il momento, la più grande gigafactory d’Europa.

Il sito per la produzione integrata di fuel cell ospiterà la sede centrale del gruppo, uno stabilimento produttivo, un polo di innovazione al servizio di circa 100 ingegneri e 20 dottorandi e la Symbio Hydrogen Academy. “Con la sua tecnologia all’avanguardia, SymphonHy dispone di un elevato livello di automazione e robotica che supporta la produzione industriale su larga scala a costi più competitivi”, scrive il gruppo in una nota.

I piani di Stellantis e la gigafactory di celle a combustibile francese

La più grande gigafactory di celle a combustibile d’Europa nasce all’interno di HyMotive, un progetto da 1 miliardo di euro sostenuto dall‘Unione Europea e dal governo francese nell’ambito del programma comunitario IPCEI (Important Project of Scientific Interest). L’obiettivo è accelerare la decarbonizzazione dei trasporti e dotare l’Europa di una capacità di produzione autoctona, mitigando i rischi legati alle catene di fornitura globali. “Questi sviluppi sono fondamentali per accelerare l’introduzione di trasporti competitivi e ad alte prestazioni alimentati a idrogeno e contribuiscono alla transizione energetica e alle ambizioni dell’Europa di procedere verso net zero”, scrive Symbio.

Le fuel cell della gigafactory francese saranno montate dai mezzi pesanti prodotti da Stellantis per il mercato europeo e nord americano. Un tassello importante per lo sviluppo industriale dell’ex Fiat. “Fornita da Symbio con le sue celle a combustibile, Stellantis continuerà ad estendere la sua offerta di idrogeno oltre i furgoni di medie dimensioni già disponibili in Europa, con furgoni di grandi dimensioni, pick-up Ram e camion pesanti per il mercato nordamericano”, scrive la casa automobilistica. Tenendosi allineata all’obiettivo di elettrificare il proprio portafoglio di veicoli con un’autonomia di 320 miglia ALVW o 200 miglia GCWR e rifornimento rapido del serbatoio, senza compromettere la capacità di carico utile.

Articolo precedenteXiaomi Corporation pubblica il suo primo white paper sull’azione per il clima
Articolo successivoAllarme per 5 punti di non ritorno climatici: si attiveranno prima del previsto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!