• Articolo Bergamo, 20 settembre 2012
  • L'installazione verrà esposta durante il MADE Expo 2012 alla Fiera di Milano Rho

    Al MADE con la Biocasa di Calce e Canapa

  • Una Biocasa dalle alte prestazioni energetiche ed isolanti, concepita da Equilibrium in collaborazione con CibicWorkshop e costruita unicamente con legno, canapa e calce

(Rinnovabili.it) – Grande protagonista dell’edizione 2012 del MADE Expo, in programma dal 17 al 20 ottobre alla Fiera di Milano Rho, la Bioedilizia e le innumerevoli possibilità a disposizione dei progettisti per la realizzazione di edifici più sicuri, più ecologici e più efficienti. Tra i materiali riscoperti di recente e fino ad oggi sottovalutati, troviamo anche la canapa, una materia prima completamente naturale che permette di raggiungere risultati di isolamento termo-acustico decisamente elevati. Per comprendere appieno le potenzialità costruttive di questo materiale, durante l’evento milanese l’azienda Equilibrium, coloro che per primi introdussero in Italia nel 2011 il Biomattone, in collaborazione con lo studio di progettazione CibicWorkshop, realizzeranno un’abitazione da 70 mq in scala 1:1 interamente composta da legno, canapa e calce.

Il progetto redatto dall’architetto Aldo Cibic, mostrerà al pubblico internazionale le enormi potenzialità del biocomposto ottenuto dall’unione di questi tre materiali, non solo ad emissioni zero, ma addirittura capace di assorbire la CO2 secondo le caratteristiche proprie della materia prima di cui è composto. Ambienti salubri, isolati sia dal punto di vista termico che acustico, di ridottissimo impatto ambientale e composti da materiali capaci nello stesso tempo di combattere il cambiamento climatico. La canapa infatti è considerata una delle principali piante da biomassa al mondo, in grado di assorbire grandi quantità di biossido di carbonio durante il suo breve ma prolifico ciclo di vita, che le consente in soli quattro mesi di di raggiungere fino a sei metri di altezza.

“L’installazione che realizzeremo darà modo ai visitatori di toccare con mano un materiale da costruzione innovativo e ricco di qualità sotto ogni aspetto – spiega Paolo Ronchetti, General Manager di Equilibrium – E’ per queste ragioni che, da quando l’abbiamo portato per primi in Italia, ha iniziato a diffondersi notevolmente, permettendoci di avviare la produzione in proprio in uno stabilimento che prima sfornava cemento e ora realizza un materiale decisamente più amico delle persone e dell’Ambiente.”

L’azienda Equilibrium è stata infatti protagonista di un’importante rivoluzione green che le ha permesso di trasformare un ex stabilimento destinato alla produzione di blocchi di cemento in un impianto di produzione di un materiale altamente ecosostenibile.