Il Laos cresce grazie alle donne con le Farmer Nutrition Schools

Il paese possiede uno dei più alti tassi di malnutrizione al mondo. Per affrontare il problema, il progetto Agriculture for Nutrition ha lanciato una nuova iniziativa di formazione femminile in materia di alimentazione e agricoltura

Farmer Nutrition Schools

(Rinnovabili.it) – Gli altipiani della Repubblica Popolare Democratica del Laos sono popolati per la maggior parte da famiglie di agricoltori che utilizzano colture e tecniche agricole tradizionali tramandate negli anni. L’uso di tecniche di coltivazione obsolete, la mancanza di sistemi di irrigazione, la degradazione del suolo e la conseguente minore fertilità hanno ridotto le famiglie rurali del Laos ad avere difficoltà di sopravvivenza. Molti non hanno cibo a sufficienza o comunque la loro dieta ha gravi carenze nutrizionali. In più, la mancanza di prodotti da vendere imprigiona le famiglie in un ciclo di povertà intergenerazionale senza via di uscita.

Leggi anche Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2020, solidarietà globale

Per combattere questa condizione di deprivazione, è nato in Laos il programma Agriculture for Nutrition (AFN) finanziato dal Programma globale di agricoltura e sicurezza alimentare e la supervisione di IFAD e World Food Programme. Il perno del programma sono le Farmer Nutrition Schools (FNS) che puntano molto sul ruolo delle donne, considerate la chiave per interrompere la spirale della denutrizione dei bambini (il tasso di arresto di crescita sotto i cinque anni arriva al 61%). FNA intende migliorare le conoscenze delle donne in materia di alimentazione e agricoltura affinché siano in grado di coltivare, conservare e preparare cibi nutrienti.

La sperimentazione è in corso in 400 villaggi del Laos, dove un gruppo di facilitatori opportunamente formati tengono i corsi nelle comunità, spesso insieme a un membro dello staff del WFP. Per interrompere il ciclo di povertà intergenerazionale le donne incinte o che allattano sono incoraggiate a partecipare, come pure le donne anziane che esercitano un’influenza culturale sugli abitanti del villaggio. 

Gli allievi delle Farmer Nutrition Schools imparano elementi di nutrizione e salute, l’agro-biodiversità, l’allevamento di piccoli animali, la lavorazione e la conservazione degli alimenti, la gestione del reddito. I primi risultati non si sono fatti attendere in termini di salute e di reddito. Significativa in tal senso la storia di una giovane donna del villaggio di Nachak che ha imparato a vendere le uova in eccedenza del suo pollaio per avviare un orto. L’85% dei 21.000 partecipanti ai corsi delle Farmer Nutrition Schools sono donne, più di 3.700 famiglie che rientrano nel progetto AFN sono uscite dalla povertà.

Leggi anche Il 15 ottobre si celebra la Giornata internazionale delle donne rurali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui