Le nuvole sono un moltiplicatore di riscaldamento globale

Era un punto molto incerto nei modelli climatici: la comunità scientifica finora non aveva raggiunto un consenso sul ruolo della copertura nuvolosa sul global warming, man mano che le nuvole vengono modificate dal cambiamento climatico. Uno studio pubblicato su PNAS mette la parola fine con una certezza del 97,5%

Riscaldamento globale: chiarito il ruolo della copertura nuvolosa
Foto di Bessi da Pixabay

Chiarito il ruolo della copertura nuvolosa rispetto al global warming

(Rinnovabili.it) – Le nuvole contribuiscono al riscaldamento globale. Lo ha stabilito con una certezza del 97,5% uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences, che si basa sull’analisi di 20 anni di dati relativi alla copertura nuvolosa in tutto il mondo. Si tratta di un punto cruciale per calibrare i nostri modelli climatici e per comprendere la portata del climate change in futuro.

Fino ad ora, l’effetto delle nuvole sul cambiamento climatico è rimasto un tema molto dibattuto e su cui la comunità scientifica non ha trovato una posizione unica. Secondo alcuni modelli, le modifiche che il climate change induce nelle nuvole può avere un effetto raffrescante, mentre altri studi sostengono che contribuisca al riscaldamento globale.

Leggi anche Global warming: Cosa accadrebbe all’Italia con 2°C in più?

“La maggior parte dei precedenti studi sulle nuvole si è concentrata solo su determinate regioni o regimi, quindi considerano i siti in cui ci sono nuvole basse e prendono in esame solo le nuvole basse”, spiega Paulo Ceppi del Grantham Research Institute on Climate Change. “Abbiamo effettuato questa analisi ovunque, in ogni punto, indipendentemente dal tipo di nuvole presenti, e questo ci ha permesso di ottenere un quadro globale”.

Il risultato dello studio dimostra che le nuvole di bassa quota tendono a riflettere di meno la luce solare con l’aumento della temperatura globale, mentre le nuvole di alta quota contribuiscono positivamente ad amplificare l’effetto serra. Ovvero, le due ipotesi principali degli studi che propendono per il ruolo delle nuvole nell’aumento del global warming.

Leggi anche I nostri modelli climatici sbagliano sull’influenza delle nuvole sul clima

I risultati dello studio permettono anche di stimare con più precisione un altro punto importante per determinare l’impatto del riscaldamento globale sul pianeta. Si tratta del rapporto tra il raddoppio delle concentrazioni di CO2 e l’incremento delle temperature. La ricerca sostiene che con il doppio di CO2 in atmosfera, il riscaldamento globale è di 3,2°C.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui