Rinnovabili • rifiuti tessili

A che punto siamo con la gestione dei rifiuti tessili in Europa

PremiumContenuto
Premium

Un rapporto dell’Agenzia Europea dell’Ambiente fotografa il settore dei rifiuti tessili nel vecchio continente, fra criticità e proposte

Foto di Francois Le Nguyen su Unsplash Servono armonizzazione e incentivi per migliorare la gestione dei rifiuti tessili in UE Nel 2020, l’UE-27 ha generato circa 6,95 milioni di tonnellate di rifiuti tessili, pari a circa 16 kg per persona. Di questi, 4,4 kg per persona sono stati raccolti separatamente per il riutilizzo e il riciclaggio, mentre 11,6 kg per persona sono finiti nei rifiuti domestici misti. La maggior parte dei rifiuti tessili (82%) proviene da abbigliamento e tessili per la casa, con una piccola percentuale derivante da tessili pre-consumo, come prodotti invenduti. Si stima che il 4-9% dei prodotti tessili immessi sul mercato venga distrutto prima dell’uso. Sono dati interessanti e quanto mai necessari quelli diffusi oggi dall’Agenzia Europea dell’Ambiente. Il rapporto sulla gestione dei rifiuti tessili in un quadro di economia circolare deve infatti fornire la base per le politiche. EEA traccia un ritratto esaustivo del settore e mostra le lacune di molti paesi nell’adeguamento alle norme UE. La raccolta e il trattamento dei rifiuti tessili La raccolta dei rifiuti tessili in Europa avviene principalmente attraverso contenitori stradali e siti di servizi civici. La raccolta indoor è efficace per tessuti di alta qualità destinati al riutilizzo, ma è…
About Author / La Redazione