Le energie rinnovabili USA superano il nucleare per la prima volta

Due le cause del sorpasso: da un lato la crescita delle rinnovabili, dall’altro i programmi di manutenzione delle centrali nucleari

energie rinnovabili usa

 

 

Il nuovo record delle energie rinnovabili USA

(Rinnovabili.it) – Continuano i picchi di produzione delle energie rinnovabili USA. Nella vetrina delle migliori performance si aggiunge l’ennesimo record, stavolta ai danni – per così dire – dell’energia nucleare. Secondo quanto notificato oggi dalla l’Energy Information Administration (Eia), l’agenzia statistica del DoE americano, a marzo ed aprile 2017 la produzione elettrica statunitense da fonti rinnovabili su scala utility ha superato quella nucleare. Si tratta di un evento unico che come spiega l’EIA non si verificava nel Paese dal lontano luglio 1984 (allora il nucleare era ancora agli inizi e l’incidente di Three Mile Island nel 1979 aveva raffreddato molti entusiasmi). Il sorpasso spiega l’agenzia riflette sia “la crescita stagionale delle fonti rinnovabili” che gli effetti dei programmi di manutenzione delle centrali nucleari che sono sottoposti a controlli “durante i mesi primaverili e autunnali, quando la domanda elettrica complessiva è inferiore a quella estiva e invernale”.

 

Al record delle rinnovabili USA hanno contribuito eolico, fotovoltaico e idroelettrico, quest’ultimo avvantaggiato dalle copiose precipitazioni che hanno investito la parte occidentale del Paese nell’ultimo inverno. L’idroelettrico, che è ovviamente la fonte rinnovabile più sviluppata a livello nazionale, ha raggiunto i 30mila GWh a marzo, il livello più alto in quasi sei anni. L’ultimo rapporto della IEA parla di un aumento del 14% del 2017 rispetto al 2016.

 

energie rinnovabili usa

 

La produzione di energia elettrica dal vento e dal sole è aumentata, invece, soprattutto per l’incremento della capacità istallata. Più del 60 per cento di tutta la nuova capacità elettrica del 2016 proveniva da fotovoltaico ed eolico. Tra il marzo 2016 e il marzo 2017 la produzione dal vento è aumentata del 16 per cento e quella solare del 65 per cento. Una crescita che ha fatto sì che per la prima volta nella storia statunitense, fotovoltaico ed eolico messi insieme abbiano raggiunto, solo qualche mese fa quota 10 per cento nel mix di produzione elettrica nazionale. L’agenzia prevede tuttavia che in estate il nucleare tornerà a produrre più elettricità delle rinnovabili, e che, tirando le somme,  avrà comunque una produzione 2017 più consistente delle green energy.

 

>>Leggi anche: USA, Fotovoltaico ed eolico superano il 10% nel mix produttivo <<

2 Commenti

  1. Inutile parlare di eolico in Italia perché è un paese per nulla ventoso e la loro installazione serve solo per far guadagnare le mafie relative.
    Sono un petroliere che ha lavorato 40 anni in 20 paesi petroliferi in Africa e M.O. e mi piacerebbe collaborare con voi come faccio da anni con scuole e università
    saluti
    Mauro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui