Google, in Europa accordi PPA per 700 MW eolici

Il colosso informatico ha firmato oggi un maxi accordo di acquisto di energia con Shell ed Eneco che coinvolge 478 MW di progetti eolici nel Mare del Nord. L’operazione si aggiunge ad altri corporate PPA siglati in Polonia, Belgio e Italia

accordi PPA google
Foto di Pawel Czerwinski su Unsplash

Nuovo record negli accordi PPA firmati da Google

(Rinnovabili.it) – Ben 478 MW di potenza eolica offshore nelle acque olandesi del Mare del Nord a cui si aggiungono altri 222 MW provenienti da progetti in Belgio, Italia e Polonia. Questi gli ultimi acquisti verdi di Google per decarbonizzare le sua attività nel vecchio continente. Il colosso di Mountain View lo ha ricordato oggi nel suo blog annunciando una nuova tornata di Corporate PPA (Power Purchase Agreement), accordi di compravendita energetica a lungo termine stipulati direttamente tra un produttore e un consumatore privato.  L’operazione che maggiormente salta all’occhio è ovviamente quella legata all’eolico in mare, a largo dei Paesi Bassi, la più grande mai concordata da Big G in questo segmento.

“Abbiamo firmato accordi di acquisto di energia con Shell ed Eneco, proprietari delle joint venture Crosswind ed Ecowende, per supportare 478 megawatt di capacità energetica senza emissioni di carbonio con due nuovi parchi eolici offshore sulla rete: HKN V e HKW VI”, scrive Matt Brittin, Presidente di Google Europa, Medio Oriente e Africa. “Questi accordi sostengono lo sviluppo di questi parchi eolici offshore senza sovvenzioni, che si prevede contribuiranno a circa il 6% del consumo annuale di elettricità del paese e favoriranno l’innovazione tecnologica e lo sviluppo ecologico”.

leggi anche Riforma mercato elettrico UE, accordo per tutelare i consumatori (e gli interessi nazionali)

Nello stesso giorno è anche stato siglato il primo accordo PPA di Google in Italia. Il contratto è stato stretto ERG e vede al centro della compravendita l’energia generata dal parco eolico di Roccapalumba, in provincia di Palermo. L’impianto, interamente sviluppato e costruito da ERG, una volta ultimato sarà composto da 13 turbine Vestas V136 da 3,6 MW, per una potenza installata complessiva di 47 MW e una produzione annua stimata a regime di circa 100 GWh. L’accordo, di tipo pay as produced, prevede la fornitura dell’energia rinnovabile e delle garanzie di origine prodotte dal parco per un periodo di venti anni.

Grazie al nostro primo contratto a lungo termine per l’acquisto di energia in Italia, stiamo compiendo un passo avanti in questa direzione, rendendo ancora più green le nostre cloud region di Milano e Torino e i nostri uffici italiani. Secondo le nostre proiezioni, questo impianto eolico – che sarà operativo entro la fine del primo trimestre 2024 – contribuirà a far sì che le nostre cloud region e i nostri uffici italiani operino con oltre il 90% di energia carbon-free nel 2025. Questo accordo renderà le due cloud region italiane tra le nostre region più green non solo in Europa, ma anche nel mondo”.

leggi anche Google venderà i dati sulla mappatura solare dei tetti

Articolo precedenteNon c’è altro tempo da perdere per dimezzare la domanda di plastica
Articolo successivoConoscere il sistema di certificazione con un LINK

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!