560 mln a 3Sun, la Gigafactory siciliana di moduli fotovoltaici innovativi

La fabbrica di Enel Green Power si è assicurata un finanziamento di 560 milioni di euro dalla BEI e un pool di banche italiane. Obiettivo: sostenere l’aumento della capacità produttiva

Gigafactory siciliana
Credits: Enel Green Power

Gigafactory 3Sun, verso 3 GW di capacità produttiva

(Rinnovabili.it) – Con i primi moduli fotovoltaici pronti a raggiungere il mercato e nuovi record di efficienza toccati dal comparto R&S, la Gigafactory siciliana 3Sun di Enel Green Power entra nel 2024 correndo. Lo slancio verso il futuro è supportato anche da un nuovo finanziamento: 560 milioni di euro forniti dalla BEI, con la garanzia del Fondo InvestEU, e da gruppo di banche italiane con la garanzia green di SACE. 

Le risorse sosterranno l’incremento della capacità produttiva affinché l’innovativa fabbrica raggiunga i 3 GW/anno entro la fine del 2024. Un’espansione importante che ne farebbe un vero e proprio record a livello europeo. A pieno regime, infatti, si potrebbe fregiare del titolo di gigafactory fotovoltaica più grande del Vecchio Continente.

 “Il progetto – scrive la BEI in una nota stampa –  è in linea con la più ampia missione REPowerEU , contribuendo all’obiettivo dell’Unione Europea di produrre quasi 600 GW di energia solare entro il 2030, riducendo al contempo la dipendenza dalle importazioni di gas e diversificando l’approvvigionamento dai componenti solari cinesi”.

Il reshoring della value chain fotovoltaica

La lotta dell’Unione Europea per riportare nella regione la produzione di celle e pannelli solari si fa man mano sempre più accesa. In palio c’è una transizione energetica indipendente, che non sottometta il Continente alle politiche e strategie estere. Cina in primis dal momento che da sola possiede oltre l’80% del mercato fotovoltaico globale nella sua interezza, ossia considerando la produzione di polisilicio, lingotti, wafer, celle e moduli

 La gigafactory siciliana, spiega la BEI, “fungerà da catalizzatore per il reshoring della catena del valore del fotovoltaico in Europa e il progetto promuoverà la tecnologia solare ad alta efficienza di prossima generazione in Europa. Contribuirà inoltre a ridurre la dipendenza energetica del continente, essendo un polo tecnologico per la nuova ascesa dell’industria fotovoltaica europea”.

La ricerca di innovazione della Gigafactory siciliana

E non è una sorpresa che l’innovazione sia il carattere distintivo della struttura. In questi anni 3Sun ha investito in diversi prodotti all’avanguardia. Come 3SUN B60, un modulo bifacciale top di gamma destinato al segmento utility scale, con una potenza di picco compresa tra 640 e 680 W, con un’efficienza di conversione del 24%. Al centro delle sue capacità c’è la tecnologia CORE-H basata sull’eterogiunzione in silicio. O, ancora, come le nuove celle con tecnologia tandem silicio/perovskite. Ancora in fase di laboratorio la tecnologia ha raggiunto a fine del 2023 un’efficienza del 28,4% su una cella 9 centimetri quadrati.

Leggi anche Tre nuovi moduli fotovoltaici 3SUN prodotti nella Gigafactory catanese

Articolo precedenteEolico in Italia, le Regioni con la maggiore potenza installata
Articolo successivoConsumi alimentari, agli italiani piace il biologico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!