Delhi vuole diventare la capitale indiana dei tetti fotovoltaici

Il governo del territorio nazionale della capitale intende coprire il 50% dei consumi elettrici dell’area metropolitana con l’energia solare entro la fine del decennio, solarizzando tutti gli edifici pubblici. Ma la strada tutta in salita

tetti fotovoltaici
Via depositphotos.com

In via di definizione nuove misure per diffondere i tetti fotovoltaici

(Rinnovabili.it) – Il Governo di Delhi si appresta a rilasciare la nuova politica solare territoriale. L’amministrazione ha fatto sapere in questi giorni di aver avviato il processo consultivo con le parti interessate per definire la nuova strategia. L’obiettivo è ambizioso: portare l’energia solare al 50% della domanda entro la fine del decennio. Rendendo l’area metropolitana la capitale indiana dei tetti fotovoltaici. Per un territorio che ospita quasi 30 milioni di persone si tratta di una vera e propria sfida, soprattutto alla luce dei piccoli risultati raggiunti sino ad oggi.

Non è la prima volta, infatti, che il Governo di Delhi si confronta con un obiettivo simile. La National Solar Mission lanciata a giugno 2025 le avevo assegnato un target di 2,7 GW fotovoltaici da installare entro il 2022. Ma nonostante sussidi e incentivi mirati, le installazioni non sono riuscite a superare i 230 MW. Meno di un decimo di quanto prestabilito. Ecco perché il Governo è pronto a lanciare, definendo nuovi strumenti e rendendo obbligatorio per tutti gli edifici pubblici l’installazione di un tetto fotovoltaico.

leggi anche 1 TW di fotovoltaico UE al 2030, la richiesta di 5 Paesi a Bruxelles

Il nuovo obiettivo, annunciato dal vice ministro di Delhi Manish Sisodia fissa a 2,5 GW la nuova capacità solare per i prossimi cinque anni. “Ciò dovrebbe contribuire al 10% della domanda annuale di energia di Delhi”, ha affermato Sisodia durante il suo discorso sul bilancio il mese scorso, aggiungendo che che il piano porterebbe alla creazione di 40.000 nuovi posti di lavoro.

Il ministro all’Energia di Delhi, Satyendra Jain, ha affermato che le consultazioni politiche hanno consentito al governo di raccogliere preziosi feedback dalle parti interessate, aiutando gli amministratori a redigere formulare una nuova politica solare “efficace, esemplare e solida”. “Attraverso l’installazione di tetti fotovoltaici – ha commentato Jain – il governo della città esplorerà meccanismi innovativi per gestire efficacemente il carico di punta, che è anche complementare alla crescita dei veicoli elettrici in città”.

Articolo precedenteIl nuovo materiale a cambiamento di fase che migliora l’efficienza termica degli edifici
Articolo successivoIl solare notturno di UNSW non teme il buio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui