Pronti ad un nuovo record del fotovoltaico cinese?

Secondo gli analisti cinesi il gigante asiatico dovrebbe aggiungere fino a 120 GW di nuova capacità fotovoltaica, raggiungendo un nuovo record per il settore a livello mondiale

fotovoltaico cinese
via depositphotos.com

Fotovoltaico cinese, verso il superamento di un nuovo traguardo

(Rinnovabili.it) – Pronti ad un nuovo record del fotovoltaico cinese? Nel 2023 la Repubblica Popolare potrebbe installare fino a 120 GW di nuova potenza solare, portando la capacità nazionale oltre i 510 GW. Una cifra astronomica se si pensa che nel 2015 la nazione contava “solo” 43 GW di impianti fotovoltaici. La previsione arriva dal Forum di analisi economica ospitato a Pechino dalla China Photovoltaic Industry Association. L’evento ha riunito nella capitale oltre 700 esperti di settore per parlare del futuro dell’energia solare, soprattutto quello cinese.

leggi anche Virtu, il pannello solare ibrido per edifici che si fa strada in Europa

Per Liu Yiyang, vice segretario generale e portavoce della China Photovoltaic Industry Association, l’industria fotovoltaica della Cina “è attualmente in una posizione di leadership nel mondo, ma ciò non significa che possiamo accontentarci dello status quo. In questo periodo critico, dobbiamo […] rafforzare l’innovazione tecnologica e migliorare la capacità di analisi economica. Spinta dalla politica della grid parity, la produzione di energia fotovoltaica del paese entrerà in una nuova fase di sviluppo di alta qualità”. E i primi dati riportati nel corso dell’evento pronosticano una nuova capacità solare nazionale di circa il 30% superiore alle aggiunte 2022, anno in cui la Cina ha installato quasi 85 GW di nuovo fotovoltaico. A titolo di confronto secondo quanto rivela Hu Dan, analista di IHS Markit, la crescita mondiale dell’energia solare si aggirerebbe intorno ai 350-380 GW.

leggi anche Impianti rinnovabili in Italia, in un anno installati +3.2 GW

Nel complesso tuttavia, ha aggiunto Wang Bohua, presidente onorario dell’associazione “lo sviluppo delle centrali solari in Cina continua ad affrontare diversi problemi nonostante una leggera diminuzione dei costi di investimento”. Come riporta la Reuters, il settore si trova a fare i conti con normative più stringenti rispetto al passato che portano con sé una serie di vincoli. Dalle nuove restrizioni sull’utilizzo di terra ed acqua agli obblighi locali di accompagnare il fotovoltaico con impianti di accumulo. Non solo. “Le barriere commerciali stanno portando crescenti difficoltà alle aziende solari cinesi che cercano di espandersi nei mercati esteri”, ha aggiunto Wang “E il rapido sviluppo dei produttori locali in quei paesi colpirà l’industria manifatturiera del fotovoltaico cinese”.

Articolo precedenteCattura della CO2 marina, più efficiente del sequestro atmosferico?
Articolo successivoNissan accelera verso la guida autonoma con ServCity

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!