Bolletta del gas addio al mercato tutelato con -6,7% sulla spesa

L’AREA pubblica l’ultimo aggiornamento dei prezzi per i clienti domestici non vulnerabili in regime di Maggior Tutela. L’anno si chiude con un calo del 6,7% rispetto a novembre

Bolletta del gas
via depositphotos.com

La bolletta del gas dicembre 2023

(Rinnovabili.it) – Il mercato tutelato del gas scrive la parola fine. Dal 1° gennaio 2024 il servizio di fornitura del gas naturale a condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’ARERA ha definitivamente lasciato spazio al mercato libero. O più precisamente, le condizioni regolate dall’Authority rimarranno attive solo per 2,5 milioni di utenti, i cosiddetti clienti vulnerabili per età, difficoltà economiche o disabilità. Tutti gli altri utenti domestici, che non abbiano già effettuato il passaggio, potranno invece scegliere se se restare con lo stesso venditore (ma con l’offerta Placet in deroga) o rivolgersi ad altre imprese.

Ma prima di fare i conti con il 2024, l’Autorità di regolamentazione ha pubblicato l’ultimo aggiornamento della bolletta del gas sotto il regime di Maggior Tutela per i consumi di dicembre 2023. Il dato evidenzia un calo del 6,7% rispetto al prezzo di novembre, determinato dalla vistosa riduzione della spesa per la materia gas naturale e da una piccola riduzione delle imposte.

Leggi anche Mercato UE del gas e dell’idrogeno: tariffe nazionali per l’H2

Per la precisione si evidenzia una spesa di 43,31 centesimi di euro/m3 per l’approvvigionamento del gas naturale e per le attività connesse a dicembre, contro i 49,97 centesimi di novembre. In questo contesto la componente del prezzo del gas a copertura dei soli costi di approvvigionamento – la cosiddetta CMEM,m aggiornata da ARERA come media mensile del prezzo sul mercato all’ingrosso italiano -è risultata pari a 36,30 €/MWh. Le imposte sono invece passate dai 22,30 centesimi di euro di novembre ai 21,97 centesimi di euro di dicembre.

La variazione complessiva di meno 6,7% nella bolletta del gas per la famiglia tipo, spiega l’Authority, “è determinata interamente dalla diminuzione della spesa per la materia gas naturale. Rimangono invece invariati gli oneri generali e la tariffa legata alla spesa per il trasporto e la misura. In termini di effetti finali, la spesa gas per la famiglia tipo nell’anno scorrevole (gennaio – dicembre 2023) è di 1.307 euro circa, al lordo delle imposte, e risulta in calo del 29,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (gennaio – dicembre 2022)”.

leggi anche Misure di emergenza energetica, proposti altri 12 mesi per il price cap sul gas

Articolo precedenteDubbi sul nuovo Superbonus, CNI: “Non tiene conto del mancato efficientamento”
Articolo successivoIl guscio Idronico applicato alla facciata per ristrutturare casa senza traslocare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!