Rinnovabili • Mini condono 2024

Il Mini condono 2024 non elimina la doppia Conformità, ma la modifica 

PremiumContenuto
Premium

In GU il DL n.69/2024 ovvero il Mini condono 2024 che interviene con modifiche più o meno sostanziali sul Testo Unico Edilizia. Aumenta il numero degli edifici che potranno essere sanati grazie alle modifiche alla doppia conformità

© rawpixel, 123RF Free Images Si al nuovo tramezzo o al soppalco, no al pilastro spostato o al balcone allargato  E’ in Gazzetta il DL Salva Casa n.69/2024 che regolamenta il mini condono 2024 fortemente voluto dal Ministro Matteo Salvini. Sono trascorse solo poche ore dall’entrata in vigore, ma già si parla di possibili migliorie da apportare in fase di conversione in legge. Tra gli elementi oggetto di dibattito sembrerebbe esserci proprio il problema della doppia conformità, parzialmente superata dalla sanatoria 2024, ma che di fatto aumenta il carico di responsabilità sulle spalle dei professionisti. Cosa prevede il mini condono 2024 Molte le modifiche apportate al Dpr 380/2001 dal Dl Salva Casa n.69/2024, che introduce la possibilità di sanare le difformità lievi o moderate degli immobili italiani già a partire da oggi . Il mini condono inoltre vede al rialzo le tolleranze costruttive, consentendo ad esempio di sanare un sottotetto o un soppalco che prima non risultavano abitabili, sempre nel rispetto dei regolamenti comunali esistenti. In questo caso però la data spartiacque è il 24 maggio, ovvero solo gli interventi antecedenti a questa data potranno essere condonati. Il Dl semplifica inoltre il cambio di destinazione d’uso senza opere, velocizzando le…
Rinnovabili •
About Author / Alessia Bardi

Si è laureata al Politecnico di Milano inaugurando il primo corso di Architettura Ambientale della Facoltà. L’interesse verso la sostenibilità in tutte le sue forme è poi proseguito portandola per la tesi fino in India, Uganda e Galizia. Parallelamente alla carriera di Architetto ha avuto l’opportunità di collaborare con il quotidiano Rinnovabili.it scrivendo proprio di ciò che più l’appassiona. Una collaborazione che dura tutt’oggi come coordinatrice delle sezioni Greenbuilding e Smart City. Portando avanti la sua passione per l’arte, l’innovazione ed il disegno ha inoltre collaborato con un team creativo realizzando una linea di gioielli stampati in 3D.