Rinnovabili • Ristrutturazione profonda

Ristrutturazione profonda e importante: cosa prevede la Direttiva Case Green

PremiumContenuto
Premium

La Ristrutturazione profonda e la ristrutturazione importante sono due strumenti indispensabili della Direttiva Case Green per raggiungere il primo obiettivo “edifici a energia quasi zero” ed un traguardo finale di “Edifici a Zero Emissioni”

via depositphotos.com Nella Direttiva EPBD per Ristrutturazione Profonda si intende una ristrutturazione che è in linea con il principio “l’efficienza energetica al primo posto“ Secondo le stime dell’Unione Europea, la Direttiva EPBD sulle Performance energetiche degli edifici, permetterà di intervenire su 35 milioni di unità immobiliari entro il 2030. Lo strumento che gli Stati Membri dovranno utilizzare per raggiungere il target net zero entro il 2050 sarà dunque la “ristrutturazione profonda” degli edifici più energivori. Per arrivare a questo traguardo sarà però prima indispensabile ridefinire i requisiti minimi di prestazione energetica, garantendo che ogni singolo intervento raggiunga un grado di “profondità” sufficiente. Ecco perchè nella Direttiva case Green entrano in gioco due voci essenziali che ciascuno Stato Membro dovrà tenere ben presente al fine di raggiungere i target di decarbonizzazione: la  ristrutturazione profonda; la ristrutturazione importante. Cos’è la Ristrutturazione Profonda Il concetto di “ristrutturazione profonda” non è ancora stato definito nel diritto dell’Unione. Secondo la definizione data dalla Direttiva europea, per Ristrutturazione Profonda si intede una ristrutturazione che è in linea con il principio de «l’efficienza energetica al primo posto», che si concentra sugli elementi edilizi essenziali e che trasforma un edificio o un’unità immobiliare: in un edificio ad energia…
Rinnovabili •
About Author / Alessia Bardi

Si è laureata al Politecnico di Milano inaugurando il primo corso di Architettura Ambientale della Facoltà. L’interesse verso la sostenibilità in tutte le sue forme è poi proseguito portandola per la tesi fino in India, Uganda e Galizia. Parallelamente alla carriera di Architetto ha avuto l’opportunità di collaborare con il quotidiano Rinnovabili.it scrivendo proprio di ciò che più l’appassiona. Una collaborazione che dura tutt’oggi come coordinatrice delle sezioni Greenbuilding e Smart City. Portando avanti la sua passione per l’arte, l’innovazione ed il disegno ha inoltre collaborato con un team creativo realizzando una linea di gioielli stampati in 3D.