Inaugurato Mercado: l’architettura sostenibile in ceramica a prova di futuro

Parte di un più grande intervento di rigenerazione urbana, l’architettura sostenibile di Mercado esalta la qualità dei materiali e l’efficienza di una struttura adattabile nel tempo

architettura sostenibile
Mercado – Credits Sebastian van Damme via v2com

La particolare facciata di Mercado è realizzata con elementi ceramici smaltati in verde-blu e prodotti artigianalmente

(Rinnovabili.it) – La città di Groningen, nei Paesi Bassi, si arricchisce di una nuova suggestiva architettura sostenibile. E’ l’edificio Mercado, progettato dal team di architetti della Plegt-Vos. Ma il progetto va oltre al semplice immobile. L’intervento ha infatti permesso di trasformare una strada prima riservata al traffico automobilistico, in una zona pedonale ricca di servizi. Ad occuparti sella riqualificazione urbana e rivitalizzazione di quest’area a nord rispetto al centro città, è un team congiunto di architetti ed urbanisti composto dallo studio De Zwarte Hond e Loer Architecten per conto degli sviluppatori MWPO e Beauvast.

In cinque anni la strada principale di Groningen, sulla quale affaccia la nuova Architettura sostenibile di Mercado, si è completamente trasformata. Da strada buia a luogo d’incontro unico reso possibile anche grazie al basamento monumentale dell’edificio arretrato rispetto alla strada ed abbinato ad un plinto trasparente alto 6 metri che, insieme alla nuova piazza, crea un perfetto luogo d’incontro.

La facciata in ceramica

architettura sostenibile
Mercado – Credits Sebastian van Damme via v2com

La facciata di Mercado è realizzata con elementi in ceramica prodotti in stretta collaborazione con un’azienda esperta del settore. Molteplici studi e campioni sono stati condotti prima di trovare il perfetto smalto blu-verde che oggi caratterizza la facciata. E’ proprio questa colorazione e la sua lucentezza che rende l’architettura sostenibile dell’edifico differente a seconda del tempo meteorologico ed in perfetta sintonia con gli edifici adiacente. Accanto a Mercado sorgono infatti sia edifici in pietra tipici del dopoguerra, che edifici ricchi di ornamenti dalle tonalità pastello.

leggi anche Fare Architettura sostenibile è possibile, basta un po’ di “dugnad”

A prova di futuro, senza gas naturale e rispettoso della natura

Osservando la disposizione in pianta degli interni dell’edifico Mercado si legge perfettamente l’idea base dei progettisti di realizzare una struttura che fosse “a prova di futuro” e adattabile nel tempo. Tutti i collegamenti verticali, ascensori e scale, sono posizionati a lato dell’edifico creando così uno spazio monumentale interno aperto ed organizzabile con totale flessibilità.

La struttura al momento ospita 41 residenze sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico. Sotto l’edificio sono stati scavati pozzi per lo stoccaggio di energia termica che sfruttano la roccia quale sistema di storage. La combinazione con le pompe di calore permette inoltre di eliminare completamente l’uso di gas per il sistema di climatizzazione.

Il sistema di ventilazione sostenibile garantisce che l’aria fresca esterna si riscaldi prima di diffondersi nello spazio degli appartamenti. Tutti gli appartamenti dispongono di riscaldamento a pavimento, migliorando anche la qualità dell’aria. Il giardino verticale è un ulteriore elemento di benessere. La facciata è arricchita da 3.800 piante che oltre a contribuire alla biodiversità, si trasformano in schermi verdi per la protezione della privacy e per il benessere igrotermico. Nessun problema per l’irrigazione, grazie ad un sistema a goccio computerizzato e gestito direttamente da un servizio di giardineria.

Articolo precedenteLa Romania perde il braccio di ferro con le ong sulle centrali a carbone
Articolo successivoTriplicare le rinnovabili al 2030? È necessario, possibile ma non facile

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!