Impatto ambientale del fotovoltaico galleggiante, i primi risultati degli studi

BayWa r.e., insieme alla sua controllata olandese Groenleven, sta collaborando con l’Università di Scienze Applicate Hanze di Groningen e con la Buro Bakker / ATKB, per condurre ricerche sugli effetti del fotovoltaico sull’ambiente

fotovoltaico galleggiante

BayWa re, leader europeo nelle soluzioni fotovoltaiche galleggianti, è lieta di annunciare di aver ricevuto i primi risultati degli studi ambientali effettuati nel suo più grande impianto fotovoltaico galleggiante a Zwolle, Paesi Bassi.

Leggi anche Fotovoltaico galleggiante: in Olanda l’impianto più grande d’Europa

BayWa r.e., insieme alla sua controllata olandese Groenleven, sta collaborando con l’Università di Scienze Applicate Hanze di Groningen e con la Buro Bakker / ATKB, società di consulenza indipendente nel campo dell’ecologia, per condurre ricerche sugli effetti del fotovoltaico sull’ambiente. Gli studi sono iniziati al momento della costruzione dell’impianto “Bomhofsplas” nel febbraio 2020. I risultati iniziali, relativi in particolare alla soluzione certificata di BayWa r.e., non mostrano effetti negativi per l’ambiente circostante presso l’impianto.

“BayWa r.e. si impegna a preservare la biodiversità e la qualità dell’acqua. I primi risultati degli studi ambientali escludono effetti negativi di rilievo sulla flora o fauna del lago. In effetti, i primi risultati sono positivi ed è straordinario vedere il nostro sistema integrarsi così bene nell’ambiente del lago. Questa importante collaborazione con la Hanze University e Buro Bakker / ATKB ci fornirà utili indicazioni per lo sviluppo futuro di nuovi progetti Floating-PV “, afferma Toni Weigl,Head of Product Management Floating-PV, BayWa r.e. Solar Projects GmbH.

Qualità dell’acqua

Secondo il monitoraggio sulla qualità dell’acqua effettuato dall’ Università di Scienze Applicate di Hanze, il livello di ossigeno sotto i pannelli è diminuito in maniera minima in un anno, poiché il vento e la luce solare possono ancora raggiungere facilmente la superficie dell’acqua sotto i pannelli. I cambiamenti riscontrati sono stati causati principalmente dalle variazioni meteorologiche, che sono state anch’esse costantemente monitorate. Secondo i ricercatori, la qualità dell’acqua sotto l’impianto rimane buona, al pari di quella della superficie dell’acqua circostante.

Biodiversità ed ecologia.

Nell’ambito della sua ricerca sugli effetti dei pannelli fotovoltaici galleggianti su acqua, ecologia e biodiversità, Buro Bakker / ATKB ha osservato che la presenza dei pannelli porta a una minore attività del vento sulla superficie dell’acqua, con una conseguente minore erosione delle sponde e quindi l’impianto fornisce una sorta di protezione  che porta anche ad una maggiore crescita della vegetazione circostante.

Sono inoltre in corso ricerche sull’impatto dell’impianto sulla popolazione ittica del lago. Le capanne bio realizzate da Ecocean sono state riempite di conchiglie e sommerse sotto i pannelli per incoraggiare potenzialmente la vita marina e una maggiore biodiversità. Dopo questo primo anno di ricerca, non sono stati osservati effetti negativi sulla fauna. Tuttavia, è necessaria una ricerca pluriennale per stabilire risultati chiari e gli studi continueranno per diversi anni, al fine di  monitorare in dettaglio gli effetti a lungo termine.

Ricerca pluriennale continua

La ricerca attuale fornisce una buona visione degli impatti ambientali del fotovoltaico galleggiante, ma è necessaria una ricerca protratta nel tempo per tracciare un quadro completo per il futuro. Il dottor Benedikt Ortmann, direttore globale dei progetti solari, ha aggiunto: “L’impatto ambientale positivo è un aspetto chiave del nostro progetto fotovoltaico galleggiante. Con questo prodotto possiamo produrre energia rinnovabile migliorando le condizioni per la fauna selvatica in loco“.

“Gli obiettivi climatici stanno diventando sempre più ambiziosi di giorno in giorno, quindi dobbiamo espandere tutte le possibili applicazioni di generazione rinnovabile e utilizzare l’enorme potenziale dell’energia solare. Il fotovoltaico galleggiante è una soluzione promettente che svolge un ruolo importante accanto ad altre applicazioni a doppia funzione come gli impianti fotovoltaici sui tetti, l’agrifotovoltaico o le pensile fotovoltaiche “.

Leggi anche Le buone pratiche dell’agrivoltaico, pubblicate le prime linee guida

Con oltre 250.000 pannelli fotovoltaici galleggianti installati in otto parchi solari, BayWa r.e. è leader nel mercato europeo del fotovoltaico galleggiante. Attualmente, BayWa r.e. sta realizzando il parco fotovoltaico galleggiante Uivermeertjes da 29,8 MWp, che sarà ancora una volta il più grande in Europa fino ad oggi mai realizzato.

1 commento

  1. Mi lascia perplesso come la sottrazione tanto irraggiamento solare non influenzi la flora sommersa e tutti gli animali che se ne cibano.
    Ovvio che sia una soluzione ideale per specchi d’acqua morti, ma per quelli abitati mi pare strano …

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui