Nuova alleanza europea per raggiungere 35mld di m3 di biometano

La Commissione europea insieme ad aziende di primo piano del settore energetico, ha lanciato oggi la Biomethane Industrial Partnership, nuova alleanza pubblico-privata con cui sostenere la versione “bio” del metano

allenaza biometano
Credits: Unione Europea 2022

Biometano sostenibile per rimpiazzare il gas russo

(Rinnovabili.it) – “In termini di biometano, l’Europa ha un potenziale enorme. Con il biometano, possiamo sostituire il gas fossile dalla Russia con gas nostrano, sostenibile e rinnovabile. E possiamo creare anche nuove opportunità economiche nelle zone rurali”. Con queste parole il vicepresidente esecutivo dell’Unione Europea, Frans Timmermans, ha dato il benvenuto alla nuova Biomethane Industrial Partnership (BIP), alleanza tra l’industria energetica e l’esecutivo UE.

La partnership, lanciata formalmente nel corso della settimana dell’energia sostenibile EUSEW 2022, si è data una missione precisa: sostenere uno dei grandi obiettivi del Piano REPowerEU. La strategia comunitaria presentata a maggio di quest’anno aveva tra i target quello di incrementare la produzione di biometano sostenibile fino a 35 miliardi di m3 entro il 2030. Una quantità che richiederà, secondo le stime della stessa Bruxelles, investimenti dell’ordine di 37 miliardi di euro.

leggi anche Biometano in Europa, potrebbe fornire 41mld di m3 di gas al 2030

Per facilitarne l’integrazione nel mercato interno del gas la Commissione europea aveva messo nero su bianco anche alcuni passi imprescindibili: dall’istituzione di incentivi dedicati all’upgrading del biogas alla realizzazione di nuove infrastrutture di trasporto; dall’adozione di misure supplementari per incoraggiare i produttori di biogas a creare comunità energetiche alla creazione, per l’appunto, di un partenariato industriale che desse impulso alla catena del valore dei gas rinnovabili.

La Biomethane Industrial Partnership

La Biomethane Industrial Partnership è aperta a tutte le parti interessate che desiderano lavorare per raggiungere il suo obiettivo. La Commissione europea ha invitato gli Stati membri ad aderire al partenariato industriale per il biometano, insieme ad aziende, associazioni di categoria, mondo accademico e organizzazioni della società civile. All’interno del Governing Board di BIP l’Italia è rappresentata con un seggio affidato congiuntamente a Snam e Iniziative Biometano, al quale è stato eletto Domenico Maggi, Head of International Relations and EU Affairs di Snam.

leggi anche Nuovo decreto Biometano 2022, in arrivo gli incentivi

Nell’attuale situazione di crisi degli approvvigionamenti energetici – ha affermato la commissaria all’energia Kadri Simsonnon possiamo permetterci di sprecare il potenziale europeo sul biometano. Questa nuova partnership industriale, aperta a tutti gli stakeholder, mira a superare le barriere alla crescita, condividere le migliori pratiche e promuovere la collaborazione per aumentare rapidamente la produzione e l’utilizzo di questa fonte”.

Articolo precedenteGiornata di sensibilizzazione, lo spreco alimentare si combatte anche con le app
Articolo successivoLa scia di sangue degli attivisti ambientali: 1 morto ogni 2 giorni, da 10 anni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui