Vele gonfiabili e telescopiche, la navigazione green firmata Michelin

L’azienda presenta il progetto Wing Sail Mobility, sistema di vele ad ala installabile sia su navi mercantili che su imbarcazioni da diporto

vele gonfiabili
Credits: Michelin

Le vele gonfiabili di Michelin potrebbero migliorare del 20% l’efficienza del carburante

(Rinnovabili.it) – E se per decarbonizzare il settore marittimo si guardasse tanto al passato quanto al futuro? Questo è uno degli approcci emersi negli ultimi anni grazie ad alcuni progetti di “ri-invezione” della vela. L’idea di partenza è sempre la stessa: sfruttare il potere del vento per risparmiare sui consumi di carburante delle grandi imbarcazioni. Le modalità d’attuazione sono, invece, differenti. Si va da Vindskip, la nave commerciale in grado di sfruttare la propulsione del vento attraverso il suo maxi scafo, ad Ecoship, progetto di nave da crociera dotata di vele fotovoltaiche ed eoliche.

Leggi anche Le vele fotovoltaiche EnergySail sfideranno il mare dal prossimo anno

Ultima, ma solo in ordine temporale, l’iniziativa Wing Sail Mobility (WiSaMo) firmata da Michelin. La multinazionale francese, il cui core-business è la produzione e la vendita di pneumatici, ha da tempo ampliato i suoi orizzonti. Con l’obiettivo di mettere a punto soluzioni innovative capaci di affrontare le principali sfide del settore trasporti.

Come funziona WiSaMo?

Wing Sail Mobility è un sistema di vele gonfiabili, telescopiche ed automatizzate che può essere installato anche su navi già uscite dai cantieri. Il progetto, spiega l’azienda, è frutto di una collaborazione tra Michelin Research & Development e due inventori svizzeri che condividono la visione “all-sustainable” del Gruppo. Le vele gonfiabili aiutano la propulsione riducendo il suo consumo di carburante e, di conseguenza, le emissioni di CO2 associate al viaggio.

Il vero punto forte di WiSaMo consiste nell’ampia adattabilità del design. Il sistema è realizzabile sulla maggior parte delle navi mercantili e delle imbarcazioni da diporto – “particolarmente adatto adatto per navi ro-ro, portarinfuse e petroliere” – come primo equipaggiamento o nei lavori di di retrofit su imbarcazioni già in servizio. “Il range di utilizzo della vela è uno dei più ampi del mercato, con comprovata efficacia su molte andature, e soprattutto di bolina stretta”, spiega Michelin. “Possono essere impiegate su ogni rotta di navigazione marittima” con un miglioramento dell’efficienza del carburante fino al 20%. Ovviamente il dato varia a seconda del tipo di imbarcazione, della sua rotta o delle condizioni meteorologiche. 

Leggi anche Michelin punta sugli pneumatici 100% riciclabili

Inoltre, grazie all’albero retrattile, il sistema non crea problemi all’ingresso della nave nei porti e al passaggio sotto i ponti. Le vele gonfiabili WiSaMo saranno installate per la prima volta su un battello mercantile nel 2022, anno in cui l’azienda prevede l’avvio della fase commerciale. Nel frattempo la collaborazione con con Michel Desjoyaux, skipper di fama mondiale e ambasciatore del progetto, consentirà al team di ricerca Michelin di perfezionarne lo sviluppo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui