• Articolo Belgrado, 4 febbraio 2016
  • Nel quartiere Zvedzdara della capitale serba

    Riciclo creativo, l’eco-ostello di Belgrado a 5 stelle

  • Il Fair and Square Hostel sfoggia un ecodesign basato sull’upcycling di legno, ferro e cemento. Rinnovabili, raccolta dell’acqua piovana e impianti di riciclo on-site migliorano la sua impronta ecologica

Riciclo creativo, l’eco-ostello di Belgrado a 5 stelle

 

(Rinnovabili.it) – Nel bel mezzo di un inter-rail su e giù per i Balcani può capitare di imbattersi in un ostello dove la parola d’ordine è il riciclo creativo. Anche per questo motivo il Fair and Square Hostel di Belgrado, situato nel quartiere di Zvedzdara, ha ricevuto il riconoscimento 5 Star Hostel Award. È il primo in città a fregiarsi del titolo, grazie alle tante soluzioni che adotta per migliorare la propria impronta ecologica.

 

La struttura ha una bassissima quantità di emissioni di carbonio grazie all’uso massiccio di energie rinnovabili, a partire dai pannelli solari che i proprietari hanno installato sul tetto dell’edificio. Ma ovviamente non è soltanto questa la caratteristica di sostenibilità dell’ostello. Sempre dando uno sguardo al tetto, c’è un sistema di raccolta dell’acqua piovana che viene incanalata verso appositi serbatoi e quindi utilizzata per i bagni. Alcuni piccoli impianti per il riciclo collocati on-site permettono di ridurre al minimo la produzione di rifiuti.

 

Riciclo creativo, l’eco-ostello di Belgrado a 5 stelleE proprio in quest’ottica la maggior parte degli arredi interni, nonché alcuni degli elementi strutturali dell’ostello, sono stati ricavati dando una seconda vita agli oggetti e ai materiali più disparati. I più comuni oggetti di partenza che sono stati trasformati dal riciclo creativo sono casse di legno, blocchetti di cemento e parti metalliche di scarto. Adesso fanno mostra di sé nell’ostello sotto forma di tavoli, sedie, divani, mensole.

La porta d’ingresso è una lastra di ferro battuto, ovviamente recuperata da qualche parte nei dintorni. Tutto il materiale, infatti, arriva a chilometro zero da Belgrado. Con i blocchi di cemento sono stati ricavati sia dei supporti per le scaffalature, sia dei vasi collocati nel cortile esterno. In pratica l’intero arredamento è fatto di materiale riciclato. Una scelta che porta vantaggi anche agli artigiani locali, ai quali i proprietari si appoggiano per la realizzazione di alcuni degli oggetti presenti nell’ostello.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *