• Articolo Kuala Lumpur, 24 marzo 2016
  • L'intervento di DRTAN LM Architect

    Riuso, il tetto diventa una pelle verticale di terracotta

  • La schermatura è mobile: le tegole possono essere orientate a piacimento per regolare il guadagno di calore e l’illuminazione della casa

Riuso, il tetto diventa una pelle verticale di terracotta

 

(Rinnovabili.it) – Le vecchie tegole di terracotta diventano un ampio frangisole contro il sole della Malesia. Lo studio di architettura DRTAN LM Architect ha improntato al riuso l’intervento di recupero di un edificio residenziale ormai fatiscente a Petaling Java, città satellite della capitale Kuala Lumpur.

Dopo i primi sopralluoghi, gli architetti si sono resi conto che le tegole indiane di cui era composto il tetto erano ancora in buono stato di conservazione. Visto il clima della Malesia e la necessità di predisporre dei validi sistemi di ombreggiamento, la scelta è caduta sulle tegole di terracotta per farne una soluzione di raffrescamento passivo e aumentare così l’efficienza energetica dell’edificio.

 

Riuso, il tetto diventa una pelle verticale di terracottaDal momento che l’orientamento principale era verso ovest, le tegole del tetto offrivano una buona alternativa per schermare verticalmente la facciata sui lati più esposti alla luce diretta del sole. Quindi le tegole sono state rimosse e riutilizzate per dare alla casa una sorta di seconda pelle di terracotta. Gli architetti hanno disegnato poi un sistema di supporti che componesse una struttura a griglia per le tegole. Allo stesso tempo, la struttura permette la mobilità delle tegole. L’orientamento di ogni singolo elemento della pelle può essere variato in funzione delle condizioni climatiche per ridurre il guadagno di calore. Ad esempio, è possibile “aprire” lo schermo solo ai piani alti, lasciando riparati quelli inferiori, o scegliere di aumentare la luce in entrata in una singola stanza della casa.

Così il riuso del tetto dà vita a una vera e propria facciata mobile che permette di regolare non soltanto la ventilazione naturale, ma anche l’illuminazione della casa, rinominata Clay Roof House, dal momento che dispone di ampie vetrate. Oltre allo schermo verticale, gli architetti hanno anche predisposto per il rimanente lato dell’edificio una parete perforata in mattoni rossi che risponde alle medesime esigenze di raffrescamento.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *