• Articolo Roma, 4 giugno 2019
  • Smart building, la scommessa dell’edilizia 4.0

  • In programma a Roma, il 6 giugno 2019, il nuovo Focus Rinnovabili.it, serie di eventi finalizzati a fare il punto sulla transizione energetica. Il primo appuntamento è dedicato all’eco-innovazione nel settore delle costruzioni

smart building

 

Convegno Smart building, per “ricostruire” l’edifico ideale della transizione energetica

(Rinnovabili.it) – Come deve essere l’edificio ideale per un’economia impostata verso la sostenibilità e la completa decarbonizzazione? Quali tecnologie sono oggi disponibili per rendere l’ambiente costruito in linea con la transizione energetica e, al contempo, con le esigenze degli utenti? Per rispondere a queste domande e tratteggiare il futuro del comparto, il quotidiano Rinnovabili.it, Maker Faire Rome e l’Università Sapienza hanno organizzato per il 6 giugno 2019 il convegno “Smart building: La scommessa dell’edilizia 4.0”, presso la Facoltà di Architettura Valle Giulia, dell’Università La Sapienza. L’appuntamento fa parte degli eventi del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019 e rappresenta il primo Focus Rinnovabili.it, un nuovo format di approfondimento ideato dal quotidiano e dedicato alle principali tematiche della rivoluzione energetica.

 

Ad aprire le discussioni sarà, dunque, il tema dello SMART BUILDING inteso nella sua concezione più ampia: un “organismo” nato da un approccio progettuale integrato in tutte le fasi realizzative e capace di reagire puntualmente ad ogni situazione rilevata al suo esterno e al suo interno in termini di benessere abitativo e prestazioni energetiche.

Oggi, lo sviluppo dell’Internet delle Cose, unitamente ad una presenza sempre maggiore di sistemi informativi digitali e a nuovi dettami costruttivi stanno rapidamente mutando il modo di progettare, gestire e vivere le abitazioni. Il nuovo concetto di edificio intelligente va oltre le classiche aree del comfort e della sicurezza per abbracciare una visione più completa.

 

Alcune delle innovazioni più interessanti riguardano il modo in cui il data mining, l’IoT e la gestione basata sui dati vengono integrati nei sistemi esistenti, permettendo il consolidamento delle diverse funzioni impiantistiche domestiche su un’unica infrastruttura di rete. Ma nell’ottica di una gestione complessiva dell’edificio un ruolo fondamentale lo giocano anche le nuove misure di efficienza energetica, la scelta dei materiali e la produzione integrata di energia rinnovabile in linea con l’evoluzione dei cosiddetti NZEB o Nearly Zero Energy Building.

 

Il Convegno “Smart building: La scommessa dell’edilizia 4.0” intende quindi fornire spunti concreti su questo complesso processo di trasformazione attraverso una panoramica su tecnologie, materie prime e strumenti di pianificazione.

Il Form prevede una prima parte di rassegna sull’innovazione tecnologica e una seconda di confronto sulle relative posizioni dei partiti politici. Nell’aula magna Bruno Zevi della Facoltà di Architettura Valle Giulia, dopo il discorso d’apertura della Prof.ssa Laura Ricci (direttore Dipartimento PDTA), il direttore di Rinnovabili.it, Mauro Spagnolo, illustrerà il ruolo strategico dei nuovi Focus. La parola passerà quindi agli esperti del settore: il dibattito spazierà dalle prospettive per l’architettura nella nuova era digitale alle funzionalità della realtà aumentata in edilizia, dal ruolo dell’IoT allo studio del ciclo di vita di un edificio e dei nuovi materiali.

A chiudere saranno le risposte politiche, da parte dei principali partiti italiani, al tema dell’innovazione in edilizia. L’appuntamento è per il 6 giugno alle ore 9.00 presso la Facoltà di Architettura Valle Giulia. Hanno organizzato l’evento, oltre a Rinnovabili.it, Maker Faire Rome e il Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell’Architettura della Sapienza. Partner: ASVIS, Earth Day Italia e Cetri-Tires.

Consulta qui il programma completo di Smart Building, la scommessa dell’edilizia 4.0