• Articolo Treviso, 28 febbraio 2014
  • Siglato accordo tra t2i Trasferimento Tecnologico e Innovazione e il Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia

    Treviso punta alla bioedilizia ed all’innovazione tecnologica

  • Firmato l’accordo tra il consorzio trevigiano per la Bioedilizia e la nuova società per l’innovazione per promuovere l’efficienza e favorire il progetto PAES

Treviso punta alla bioedilizia ed all'innovazione tecnologica(Rinnovabili.it) –  La provincia di Treviso punta all’edilizia sostenibile grazie all’accordo siglato tra il Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia (CBS) ed una nuova società consortile dedicata all’innovazione tecnologica.

 

L’accordo faciliterà l’accesso delle imprese e delle amministrazioni alle competenze legate allo sviluppo sostenibile, permettendo la diffusione più rapida di cicli produttivi legati alla bioedilizia ed alla Green Economy.

A supportare il Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia (CBS) sarà la società t2i Trasferimento Tecnologico e Innovazione, nata lo scorso dicembre dall’integrazione di attività, progetti, risorse umane e infrastrutture di Treviso Tecnologia e Polesine Innovazione, che favorirà lo sviluppo di competenze legate all’innovazione tecnologica per l’energia e per l’ambiente.

Grazie all’accordo appena siglato sarà inoltre possibile completare il progetto avviato per la realizzazione del primo PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile) territoriale del Veneto che coinvolge 12 Comuni dell’Area Pedemontana del Grappa. Il patto territoriale sottoscritto lo scorso mese di dicembre, permetterà ai comuni aderenti di superare i propri confini per pianificare congiuntamente gli interventi dedicati all’efficientamento energetico ed alla lotta al cambiamento climatico, raggiungendo così l’obiettivo di riduzione delle emissioni e dei consumi sfruttando invece l’uso delle rinnovabili.

 

L’accordo che abbiamo siglato con t2i – commenta Michele Noal, Presidente del Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia, – determina un valore aggiunto nel rafforzare il nostro impegno a servizio delle imprese del territorio al fine di dare risposte sempre più immediate ed efficienti a chi sceglie l’innovazione, l’uso di energia da fonti rinnovabili, il contenimento degli sprechi a vantaggio di uno sviluppo più equo e sostenibile, considerando la Green Economy un’opportunità di riposizionamento strategico. Grazie a questa partnership, vogliamo dare un nuovo impulso verso lo sviluppo di reti territoriali che incentivino la sostenibilità e superino la logica dei campanili.”

 

 Quest’accordo intende fare leva sulla specializzazione del Consorzio per lo Sviluppo della Bioedilizia in ambito di certificazione e formazione per il mondo delle costruzioni e il ruolo di t2i quale facilitatore nell’informazione, formazione e sviluppo di servizi per lo sviluppo di competenze e organizzazioni innovative, la valorizzazione e certificazione dei prodotti e lo sviluppo di prodotti, processi e servizi innovativi.

I Correlati

bioedilizia: nasce il primo network internazionale dedicato all'architettura sostenibile Santo Domingo, 18 febbraio 2014

Bioedilizia: nasce il 1°network dedicato all’architettura sostenibile

Green Planet Architects è il 1° network internazionale di architettura sostenibile, un hub per mettere in contatto professionisti, clineti ed investitori del mondo della bioedilizia

M5S: servono norme chiare per agevolare le smart grids Bruxelles , 18 luglio 2014

Indipendenza energetica: l’Ue punta sull’innovazione tecnologica

Per ottenere l'indipendenza energetica di cui necessita l'Europa si affida ai progressi dell'innovazione tecnologica e alla collaborazione tra le parti

rinnovabili lanzarote Las Palmas, 10 settembre 2014

Rinnovabili: Lanzarote punta alla sostenibilità al 100%

Lanzarote ha come obiettivo trasformarsi in un'isola 100% rinnovabile entro il 2020 e ha tutte le carte in regola per riuscirci, supportata anche dall'amministrazione comunale