• Articolo Washington, 17 giugno 2013
  • L'aereo solare si prepara al gran finale

    Solar Impulse porta a termine la quarta tappa

  • Solar Impulse porta a termine la quarta tappa arrivando con successo a Washington dopo una sosta di 14 ore a Cincinnati resa necessaria dal forte vento

Solar Impulse atterra a Washington(Rinnovabili.it) – Nonostante le avverse condizioni meteo Solar Impulse ce l’ha fatta, atterrando a Washington con successo. Il forte vento previsto ha fatto scegliere ai due piloti dell’aereo solare, Bertrand Piccard e André Borschberg, di dividere la quarta tappa in due, scegliendo di atterrare a Cincinnati prima di arrivare alla destinazione finale. Dopo uno stop di 14 ore a Cincinnati, necessario per far ricaricare il velivolo, Piccard ha portato Solar Impulse a destinazione atterrando ieri al Washington Dulles International Airport.

 

“Atterrare nella capitale degli Stati Uniti ha un duplice significato per me: da un lato dimostra l’affidabilità e le potenzialità delle tecnologie pulite e questo è fondamentale per portare il nostro messaggio avanti”, ha spiegato Bertrand Piccard uscendo dal velivolo “dall’altra parte essere ospitati dalla Smithsonian Institution è un onore per Solar Impulse. La capsula destinata al mio volo in mongolfiera intorno al mondo è già visibile nel Museo dell’Aria e dello Spazio e spero che un giorno un secondo aereo svizzero si unirà alla mostra… “.

 

Dopo l’atterraggio di Bertrand Piccard al Dulles, André Borschberg ha aggiunto che “con il completamento di questi ultimi quattro voli abbiamo dimostrato che siamo in grado di far fronte a difficili condizioni meteorologiche per il nostro aereo ‘amico del clima’ e per le nostre operazioni di terra e siamo anche riusciti a trovare di volta in volta le soluzioni giuste per andare avanti. E’ stata una successione di  fruttuosi apprendimenti che ci preparano per il tour mondiale del 2015“.

Oggi il segretario per l’energia Ernest Moniz saluterà l’equipaggio di Solar Impulse nel corso di una tavola rotonda sull’energia e di una conferenza stampa durante la quale verrà anche presentata Clean Generation, iniziativa globale per l’adozione globale delle tecnologie pulite seguita da migliaia di persone inserite in un elenco registrato in una chiavetta USB, passeggeri virtuali dell’aereo che seguono simbolicamente ogni tappa di Solar Impulse.

Borschberg è quindi pronto a raggiungere, la prima settimana di luglio, a raggiungere l’aereoporto JFK di New York appena le condizioni meteo lo renderanno possibile.