Spesa sospesa, Coldiretti raccoglie 1 tonnellata di cibo

Spesa sospesa è l’iniziativa lanciata da Coldiretti e Campagna Amica al Villaggio Coldiretti a Milano. Strepitoso il successo dell’iniziativa: è stata raccolta una tonnellata di cibo di prima qualità da donare alle famiglie bisognose

Spesa sospesa
via depositphotos.com

Tempi duri per le famiglie. Spesa sospesa è l’iniziativa di Coldiretti per venire incontro alle difficoltà di tante persone che si trovano in condizione di tale disagio da non riuscire a riempire il carrello della spesa.

L’iniziativa è stata un successo. In tanti hanno collaborato: dagli agricoltori di Campagna Amica, che hanno messo generosamente a disposizione i loro prodotti, ai cittadini milanesi, dai turisti a Filiera Italia.

Filiera Italia è l’associazione dedita alla valorizzazione dell’industria agroalimentare italiana che ha Coldiretti tra i suoi primi promotori. L’ultima adesione a Filiera Italia è arrivata da McDonald’s, che si rifornisce per l’85% da aziende italiane.

Il Villaggio Coldiretti a Milano

Coldiretti e Campagna Amica hanno lanciato l’iniziativa Spesa sospesa al Villaggio Coldiretti a Milano: una iniziativa a sostegno dell’agricoltura italiana «scesa in piazza per far conoscere i primati del Made in Italy messi a rischio dalla grave crisi energetica che pesa su imprese e famiglie».

Quattrocento stand visitati da ottocentomila persone, un successo enorme. Proprio perché l’evento era centrato sul cibo, è stato inevitabile pensare chi quel cibo non ce l’ha.

La crisi attuale, aggravata dai prezzi dell’energia, ha fatto salire a 2,6 milioni le persone che in Italia devono chiedere aiuto per mangiare e si rivolgono alle mense di carità.

Spesa sospesa, cibo di eccellenza per i bisognosi

Nel Villaggio Coldiretti è stata raccolta una tonnellata di alimenti a chilometro zero di ottima qualità: Grana Padano, Parmigiano Reggiano, olio del Garda Dop, salame di Milano, riso Carnaroli, pasta di grano duro 100% italiano, frutta e verdura. Spesa sospesa ha quindi portato sulle tavole dei bisognosi le eccellenze delle campagne italiane.

Un cesto dei prodotti raccolti è stato simbolicamente consegnato all’Arcivescovo di Milano, Monsignor Mario Enrico Delpini.

La solidarietà degli agricoltori

Nel weekend i visitatori dei banchi del Villaggio Coldiretti al Parco Sempione hanno potuto fare la loro donazione libera per la Spesa sospesa.

Questa iniziativa ha permesso di acquistare prodotti alimentari sul modello del caffè sospeso, usanza tipica napoletana con cui al bar si lascia un caffè pagato per un cliente bisognoso.

Alle offerte dei cittadini milanesi si è sommato il cibo presente nelle dispense dei cuochi contadini del Villaggio Coldiretti.

Coldiretti non è nuova a iniziative di solidarietà verso le persone fragili. “Anche in un momento di festa come il Villaggio abbiano voluto dare un segno tangibile della solidarietà degli agricoltori verso le fasce più deboli della popolazione, le più colpite dalle difficoltà economiche. L’esperienza non si limita a questa occasione ma è diventata un fenomeno strutturale presente in tutti i mercati contadini nel Paese», ha sottolineato il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini.

Articolo precedenteDalla NTU il micro eolico portatile che cattura le brezze leggere
Articolo successivoMense scolastiche: ribellarsi allo spreco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui