In California la siccità segna un nuovo record

Mai così poche precipitazioni come negli ultimi 12 mesi in California: solo 30 cm tra pioggia e neve, non succedeva da quasi 100 anni. Intanto la siccità fa segnare nuovi record

Siccità in Europa: la mappa futura di un continente assetato
Foto di Luis Iranzo Navarro-Olivares da Pixabay

Dopo la siccità del 2011-2019

(Rinnovabili.it) – Piove in California dopo mesi di assenza quasi assoluta di precipitazioni (meno di 30 cm tra pioggia e neve, mai così male da 100 anni) e una siccità tornata a livelli record. Ma il governatore dello Stato, proprio mentre scendevano le prime gocce, ha dichiarato l’emergenza siccità su tutto il territorio. Non è un controsenso, è l’effetto della crisi climatica.

Le previsioni meteo dicono che sono attesi circa 18 cm di pioggia, almeno sulla parte nord della California. Anche se la quantità è considerevole, non basterà a mettere un freno alla siccità che attanaglia lo stato più popoloso della costa ovest degli Stati Uniti.

Leggi anche In California non piove più: precipitazioni giù anche del 70%

L’assenza prolungata di pioggia, insieme ad alte temperature e ondate di calore, ha un impatto duraturo sui terreni e ne modifica il ruolo nel ciclo dell’acqua, sicché quest’ultima riempie di meno le falde e i bacini artificiali. A questo fattore va aggiunta la riduzione delle precipitazioni nevose, che sono la riserva vitale per la California. Meno neve significa meno acqua, e fiumi che si prosciugano più in fretta.

In primavera, il manto nevoso della Sierra Nevada era stimato al 60% della sua media storica. Ma la quantità d’acqua che è arrivata ai bacini è stata simile a quella del 2015, quando il manto nevoso era solo il 5% rispetto alla media. Che fine ha fatto tutta l’acqua che i funzionari statali si aspettavano? Praticamente tutta evaporata o trattenuta da terreni più secchi, come conseguenza del cambiamento climatico.

Leggi anche California, la siccità potrebbe durare 35 anni

La California è appena uscita da una stagione di siccità infinita, durata dal 2011 al 2019. In realtà, potrebbe non essere mai terminata del tutto. Gli ultimi 12 mesi sono stati i più secchi dal 1924 e il 2020 ha segnato nuovi record di incendi, alimentati proprio dalla carenza di acqua. Alcuni studi scientifici, apparsi negli ultimi anni, prevedono un inasprimento dei cambiamenti climatici su quella porzione di West Coast con la prospettiva di periodi di siccità lunghi anche decenni, già prima del 2100.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui