Fondo per il clima: da USA e Giappone promesse da marinai

Bugiardi. Stati Uniti e Giappone, due dei maggiori finanziatori – sulla carta – del Fondo verde per il clima non hanno dato 4.5 miliardi per i Paesi poveri

Fondo per il clima da USA e Giappone promesse da marinai-

 

(Rinnovabili.it) – Solo chiacchiere. Nel Green Climate Fund, il fondo verde per il clima che dovrebbe servire a mobilitare aiuti economici per i Paesi in via di sviluppo, sono arrivati soltanto il 42% dei fondi promessi alla COP 20 di Lima. Si tratta di 4 miliardi di euro rispetto ai 9.5 pattuiti nella prima tranche di esborsi, che doveva chiudersi il 30 aprile. Un ennesimo fallimento delle Nazioni Unite nel cercare una copertura finanziaria agli interventi climatici nei Paesi più poveri ed esposti ai rischi di un aumento delle temperature.

È un pessimo biglietto da visita in vista della COP 21 di Parigi, che dimostra come le cosiddette economie avanzate non siano disposte a donare risorse per un progetto comune alle nazioni meno attrezzate a combattere il cambiamento climatico. L’UNFCCC, che ha dovuto ammettere l’ennesima sconfitta, ha scatenato le critiche degli ambientalisti.

 

Chi ha mentito sui finanziamenti per il clima?

Due dei paesi che avevano riscosso complimenti per le alte somme promesse, hanno mentito. Gli Stati Uniti avevano garantito 3 miliardi di dollari e il Giappone 1.5, ma entro la fine dello scorso mese non hanno completato il trasferimento dei fondi per la mitigazione e l’adattamento.

Qualcuno, invece, ha dato seguito agli impegni: Germania (1.5 miliardi), Austria, Belgio, Cile, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Panama, Polonia, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

 

«Il Green Climate Fund ringrazia tutti i governi che hanno tenuto fede alle promesse. Ora chiediamo a tutti gli altri di concludere urgentemente gli accordi per consentire al Fondo di iniziare a trasferire le risorse come previsto», ha dichiarato il direttore esecutivo del GCF, Hela Cheikhrouho.

Fino ad oggi i Paesi si sono impegnati per un totale di 10.2 miliardi di euro in quattro anni (circa 2.5 l’anno). L’idea di dar vita a un Fondo verde per il clima è nata a Copenaghen nel 2009, e il progetto ha visto la luce due anni dopo, a Durban. L’obiettivo è mobilitare 100 miliardi al 2020. Con questo andazzo, sembra niente più che una pia illusione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui