Conou augura buon lavoro all’Italia, per ripartire nel segno dell’ambiente

Dal 4 maggio una campagna radio nazionale a sostegno della Filiera e del Paese

conou

L’Italia riparte, recuperando il tempo perduto, pur nella necessità di mantenere alta la vigilanza durante tutto il prossimo periodo di graduale ritorno alla normalità. È un messaggio di speranza per il futuro quello che andrà in onda a partire da oggi su alcune tra le principali radio nazionali, che il CONOU – il Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati – ha voluto rivolgere alle realtà produttive della sua Filiera e all’intero Paese.

Le aziende di raccolta e di rigenerazione dell’olio usato, migliorandosi di anno in anno, hanno conseguito l’obiettivo di completare il ciclo (dell’economia circolare) degli oli lubrificanti, recuperando totalmente un rifiuto pericoloso e trasformandolo in una nuova risorsa preziosa con i benefici ambientali ed economici che ne derivano.

L’impegno della Filiera CONOU non è mai venuto meno neanche durante la fase più acuta dell’emergenza COVID 19 e ora che si riparte sarà ancora maggiore, per mantenere il primato europeo conquistato in questi anni e facilitare il riavvio del lavoro.

Leggi anche Oli lubrificanti rigenerati, CONOU: Italia prima in Europa

La campagna radiofonica, affidata all’attore e doppiatore Luca Ward, già voce nel colossal “Il Gladiatore”, vuole essere, attraverso il richiamo alla costanza ed efficacia del lavoro del Sistema CONOU, un augurio all’Italia che vuole riprendere a lavorare e che non si arrende.

Con questo spot abbiamo voluto augurare di cuore ‘buon lavoro’ all’Italia che si rimette in moto, che riapre le attività economiche e che, con la forza e la tenacia che ci ha contraddistinto nel secondo dopoguerra, si risolleva e riprende la sua corsa. Nonostante le difficoltà incontrate, la nostra Filiera è riuscita a garantire sia il servizio di raccolta che le attività di rigenerazione, anche se in presenza di una consistente riduzione dei volumi. Da questo grande impegno siamo chiamati ora a ripartire per tornare più forti di prima e contribuire alla ripresa complessiva del Paese” ha dichiarato Paolo Tomasi, Presidente del CONOU.

Il CONOU

Il CONOU dal 1984 ad oggi ha raccolto 6 milioni di tonnellate di olio usato, avviandone a rigenerazione 5,3 milioni e consentendo così la produzione di 3 milioni di tonnellate di olio rigenerato e un risparmio sulle importazioni di petrolio di circa 3 miliardi di euro.

Sotto la guida del Presidente Tomasi dal 2003, ha continuato la sua progressione d’eccellenza diventando un esempio virtuoso di economia circolare, collocando l’Italia ai massimi livelli europei e internazionali. Traguardi che sono stati raggiunti anche grazie a una continua e capillare attività di formazione e informazione svolta sul territorio, allo scopo di sensibilizzare e sostenere ogni anello della catena in grado di contribuire al successo della filiera e alla circolarità 100% (di raccolta e rigenerazione) di cui oggi possiamo essere fieri. 

Leggi anche Il nuovo CONOU? Sistema integrato ed efficiente, parola di Tomasi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui