Ecoreati: nuovo via libera del Senato, niente stop all’air gun

La settimana prossima l’ultimo voto. La lobby petrolifera gode per la vittoria sull’air gun, estromesso dagli ecoreati. Ma agli ambientalisti non importa

Ecoreati nuovo ok del Senato niente stop all’air gun

 

(Rinnovabili.it) – È arrivato ieri in serata l’ok delle Commissioni Ambiente e Giustizia del Senato sul ddl ecoreati. Nessuna modifica al testo è stata inserita, anzi. Sono stati respinti tutti  i10 emendamenti che chiedevano la reintroduzione del divieto di air gun, presente nel testo prima del colpo di mano dello scorso 5 maggio alla Camera dei Deputati. La lobby petrolifera nei giorni precedenti ha premuto sulla maggioranza, che ha soppresso la norma scritta per impedire l’uso di questa pericolosa tecnica di scandaglio dei fondali marini. L’air gun è un’arma ad aria compressa usata in geologia, soprattutto nelle prospezioni geofisiche, come mezzo di propagazione di onde acustiche. Funziona tramite un compressore che fa esplodere una bolla d’aria sott’acqua. Le onde sonore che si propagano hanno pesanti impatti sulla fauna marina.

 

Il ddl ecoreati dovrebbe approdare in Aula a Palazzo Madama nei prossimi giorni, forse già martedì.

«Il testo resta invariato. L’obiettivo è approvarlo entro la prossima settimana in via definitiva. Rispettiamo il calendario che ci siamo dati. E’ una legge che il Paese aspetta da troppi anni» ha detto il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, a margine della riunione delle Commissioni.

L’esultanza del ministro è condivisa anche da Legambiente, se è vero che una storica colonna dell’associazione, oggi alla presidenza della Commissione Ambiente della Camera – Ermete Realacci – non ha avuto parole di rimprovero per la reintroduzione dell’air gun: «Buone notizie per l’ambiente e la salute dei cittadini: le Commissioni Giustizia e Ambiente del Senato hanno approvato il ddl sugli ecoreati senza cambiamenti, e sull’air-gun hanno approvato un Ordine del giorno analogo a quello della Camera. Ora è importante che il provvedimento arrivi presto in Aula a Palazzo Madama per il via libera definitivo, ci sono tutte le condizioni perché ciò accada».

 

Ecoreati nuovo ok del Senato niente stop all’air gun-

 

Il massimo che gli ambientalisti otterranno, verosimilmente, sarà un decreto ad hoc per le piattaforme petrolifere off shore, sollecitato dall’Ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle cui si riferisce Realacci. Ma di dettagli e tempistiche, nemmeno l’ombra. La senatrice di Sel, Loredana De Petris, ha mosso aspre critiche al governo: «la cosa grave – ha detto – è che la tecnica dell’air gun è usata dalle compagnie straniere. C’è un’azione deliberata a vantaggio delle compagnie straniere che qui hanno trovato il Bengodi».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui