Biomasse, in Veneto si fa sul serio

La Regione ha firmato un protocollo d’intesa con l’associazione italiana energie agroforestali AIEL. Prevista la promozione delle migliori tecnologie di conversione energetica

Biomasse, in Veneto si fa sul serio

 

(Rinnovabili.it) – Informazione, protezione ambientale, certificazione di qualità, km 0: saranno questi i capisaldi della nuova strategia energetica del Veneto. L’assessorato all’ambiente della Regione ha firmato proprio in questi giorni un protocollo d’intesa con l’Associazione Italiana Energie Agroforestali – AIEL, grazie al quale prenderà corpo la una nuova politica dedicata alle biomasse locali. Grazie al nuovo accordo l’amministrazione veneta si impegna a promuovere il corretto uso dei biocombustibili legnosi a scala domestica attraverso campagne informative dedicate, sostenendo l’uso di legna, pellet e biomasse agroforestali di qualità certificata e di origine locale.

 

L’obiettivo, infatti, è quello di riuscire a contenere l’impatto ambientale dovuto all’utilizzo delle biomasse anche grazie alla selezione di processi produttivi che coniughino la sostenibilità con lo sviluppo socio-economico delle comunità locali. L’intesa- si legge nella nota stampa della regione Veneto, prevede inoltre “la promozione delle migliori tecnologie di conversione energetica in sostituzione dei vecchi e obsoleti generatori di calore, prendendo come riferimento i requisiti tecnico-ambientali del Conto Energia Termico e quindi sviluppando importanti e ancora poco conosciute opportunità offerte da questo nuovo sistema di incentivazione per l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili”.