Illuminazione efficiente: l’UK ce la sta mettendo tutta

I consumatori Uk preferiscono l’illuminazione green. Lo conferma un sondaggio che evidenzia però la necessità di un maggiore acquisto di dispositivi LED

Illuminazione green(Rinnovabili.it) – Un primato green è stato assegnato ai consumatori britannici, meritevoli di aver affidato la maggior parte dell’illuminazione domestica a dispositivi ad alta efficienza energetica. Grandi compratori di lampadine CFL i britannici rimangono però ancora indietro nel mercato dei LED rispetto a numerosi altri paesi europei che si stanno concentrando sull’efficienza.

Una ricerca appena pubblicata evidenzia che circa 9 famiglie su 10 nel Regno Unito acquistano lampadine CFL come evidenziato da un’indagine condotta intervistando 5000 persone in 12 paesi. Da questa intervista si evince che i cittadini UK sono al di sopra degli altri europei di almeno 10 punti percentuali nell’acquisto di dispositivi ad alta efficienza che nel resto dell’Ue arriva a toccare il 78% e posizionandosi seconda solo dopo l’Italia dove il 96% delle lampadine acquistate sono a basso consumo.

 

Secondo l’indagine, il risparmio energetico ed economico ottenuto grazie all’impiego di queste lampadine rappresentano la ragione principale che ha spinto i consumatori ad optare per le CFL visto che utilizzano il 75 per cento in meno di energia rispetto una lampadina a incandescenza fornendo la stessa luce e garantendo una durata 10 volte superiore.

Tuttavia la vendita di dispositivi LED sta aumentando in Uk come in altri 5 paesi europei anche se risultano più costosi rispetto alle tradizionali lampade a incandescenza e durano fino a 25 volte più a lungo e dimostrano un’efficienza dell’80% superiore. Nonostante questo solo un terzo delle famiglie del Regno Unito sta acquistando lampade LED regolarmente rispetto al 46% delle famiglie svedesi e il 45% dei consumatori austriaci.

L’Energy Saving Trust, che ha commissionato la ricerca, stima che le famiglie britanniche potrebbero risparmiare un totale di 1,4 miliardi di sterline l’anno sostituendo le restanti lampadine a incandescenza e alogene presenti nelle loro case con lampade fluorescenti compatte e LED, pari ad un risparmio annuo di 50 sterline sulla bolletta energetica. A livello nazionale una tale manovra potrebbe evitare il rilascio di 4,6 milioni di tonnellate di emissioni di CO2.