L’eolico britannico illumina la Scozia

I dati dell’eolico nel Regno Unito fanno registrare un boom in ottobre. Con le turbine britanniche si potrebbe soddisfare il 126% del fabbisogno scozzese

L’eolico britannico illumina la Scozia.

 

(Rinnovabili.it) – La Scozia non raggiungerà l’indipendenza politica in tempi brevi, ma almeno potrà consolarsi con quella energetica. Infatti, oltre a dar problemi a chi indossa i kilt, il vento scozzese ha fatto letteralmente volare i numeri dell’eolico lo scorso mese. Secondo i dati riportati dal WWF, le turbine eoliche dell’UK hanno generato 982,842 MWh di energia elettrica, quanto basta per alimentare ampiamente ogni abitazione nel Paese dell’erica. Grazie ai dati forniti dall’associazione Weather Energy, l’organizzazione ambientalista ha potuto stimare come l’energia del vento, durante il mese scorso, sia stata sufficiente per fornire elettricità a più di 3 milioni di case nel Regno Unito, una cifra pari al 126% del fabbisogno energetico di ogni casa della Scozia. Se ciascun tetto fosse stato coperto da pannelli fotovoltaici, inoltre, ci sarebbe stato sole a sufficienza per soddisfare il 46 per cento della domanda elettrica di una abitazione media di Edimburgo, il 37 per cento a Glasgow e il 33 per cento ad Aberdeen.

 

Da settembre il Paese ha ottenuto il 29,8 per cento di energia elettrica da fonti rinnovabili contro il 34,4 per cento dal nucleare e un altro 34,4 per cento da combustibili fossili. Secondo dati del governo, nel primo trimestre di quest’anno, la Scozia ha generato un record di 6.678 GWh di energia elettrica da fonti rinnovabili, 4.214 dei quali solo grazie all’eolico.

Il direttore di WWF Scozia, Lang Banks, esulta per i numeri delle rinnovabili, e spiega che non sarebbe mai stato possibile raggiungerli se «gli impianti nucleari non fossero stati costretti a chiudere a causa delle catastrofi. Da allora il sole e il vento stanno aiutando a tenere le luci accese nel Paese». E presto chissà, potrebbero bastare soltanto le fonti di energia pulita. I dati di ottobre non possono che far sorridere, ma bisognerà replicarli.

 

«La scienza è chiara – sostiene Banks parlando del successo scozzese proprio a ridosso del rapporto Ipcc – Se vogliamo prevenire gli impatti del cambiamento climatico globale, il mondo deve staccarsi dai combustibili fossili. La buona notizia è che qui in Scozia stiamo facendo un buon uso dell’energia del vento per creare elettricità pulita. Dobbiamo supportare però anche l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche, così come le buone pratiche per il taglio delle emissioni nel settore dei trasporti».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui