PLT Energia acquisisce un impianto eolico da 10 MW

L’impianto sarà completato entro Giugno 2015 con un investimento totale di 15 mln di Euro e porterà, a regime, ricavi annui ulteriori per oltre 2,4 milioni di Euro

Oneri di sbilanciamento, l’eolico è esentato dal pagamento(Rinnovabili.it) – PLT energia S.p.A., holding italiana di partecipazioni industriali operante nel mercato delle energie rinnovabili con una produzione annua di energia elettrica di oltre 230 GWh, annuncia che il 2 ottobre 2014 ha acquisito dal gruppo spagnolo ECOENER le autorizzazioni e la tariffa incentivante per la costruzione di un impianto eolico di 10 MW.
Il parco eolico, ottenuto tramite l’acquisizione da ECOENER del 100% del capitale sociale della società di scopo Elettro Sannio Wind 2 S.r.l., beneficerà di una tariffa incentivante pari a 109,83 €/MWh per 20 anni – a decorrere dalla messa in esercizio dell’impianto.
Pierluigi Tortora, Amministratore Delegato di PLT energia, ha commentato: “Tramite l’acquisizione di questo impianto perseguiamo ulteriormente il nostro obiettivo primario: continuare a crescere. La realizzazione del nuovo parco eolico porterà importanti benefici economici al Gruppo e permetterà di beneficiare di ulteriori economie di scala dato che l’impianto sarà costruito in una zona ad alta ventosità in cui PLT energia è già presente con parchi eolici in esercizio per circa 90 MW”.
L’investimento previsto per l’impianto da realizzarsi in località “Langricello” nel Comune di Torre di Ruggiero (CZ) è di circa 15 milioni di Euro, i lavori di realizzazione dell’impianto saranno avviati nel mese di Novembre 2014 mentre l’entrata in esercizio è prevista per Giugno 2015.
L’impianto sarà composto da 5 aereogeneratori, produrrà energia elettrica per oltre 23,4 GWh/anno, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di 10.000 famiglie ed evitando l’emissione in atmosfera di oltre 7.000 tonnellate/anno di CO2. PLT energia prevede ricavi annui addizionali per oltre 2,4 milioni di euro con un incremento dell’EBITDA di circa 1,9 milioni di euro a seguito dell’entrata a pieno regime dell’impianto.
Tramite la costruzione di questo progetto il numero totale degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili del Gruppo arriverà nel 2016 a 34 per una potenza installata totale superiore a 145 MW.

Articolo precedenteBiodiversità, ONU: i governi mancheranno gli obiettivi 2020
Articolo successivoNucleare: il Sud Africa ha bisogno dell’atomo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui