Fonti rinnovabili: il Giappone si lancia in nuovi obiettivi al 2030

Il ministro dell’Ambiente giapponese Ishihara ha parlato di nuovi obiettivi energetici: produrre da fonti rinnovabili il 30% dell’energia entro il 2030

fonti rinnovabili (Rinnovabili.it) – Il governo giapponese sta seriamente pensando ad un adeguamento dei propri standard in tema di produzione energetica da fonti rinnovabili. Lo hanno dichiarato i media locali specificando che si tratterebbe di una comunicazione rilasciata dal Ministro dell’Ambiente Nobuteru Ishihara inerente un sostanziale aumento di capacità istallata e produzione.

 

L’agenzia di stampa nazionale Kyodo avrebbe riportato solo una settimana fa l’intenzione del governo di aumentare al 30% la produzione di energia da fonti rinnovabili entro il 2030. L’obiettivo, è stato specificato, rientrerebbe nelle decisioni prese al fine di modificare il proprio mix energetico a seguito del disastro nucleare di Fukushima, scansando così il precedente obiettivo che puntava ad una produzione del 20% di energia green da raggiungere entro il 2030.

Sempre la scorsa settimana le dichiarazioni del governo hanno scatenato il malcontento dei gruppi ambientalisti a seguito della dichiarazione che affermava la cancellazione dell’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra entro il 2020 ,sostenendo che il disastro alla centrale nucleare di Fukushima ha reso l’impegno insostenibile.

Investimenti nelle tecnologie solari e nuovi incentivi, ha commentato Ishihara, aiuteranno il paese non solo ad aumentare la produzione energetica a basso impatto ambientale, ma anche a risollevare la situazione economica nazionale dando la possibilità di creare nuovi posti di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui