Autoconsumo fotovoltaico, in Italia tocca i 4,7 TWh l’anno

Il report statistico del GSE riserva un capitolo all’energia consumata nello stesso luogo di produzione e un piccolo focus ai sistemi di accumulo integrati agli impianti fotovoltaici.

Autoconsumo fotovoltaico
Foto di Roy Buri da Pixabay

La Lombardia è la prima regione per autoconsumo fotovoltaico

(Rinnovabili.it) – Cresce in maniera quasi impercettibile l’autoconsumo fotovoltaico in Italia. Oggi il segmento ha raggiunto un 19% sulla produzione solare totale, ma da un anno all’altro i cambiamenti sono ben pochi. Il numero appartiene al nuovo rapporto statistico del GSE sul fotovoltaico in Italia 2020. Il documento riserva ormai da tempo un capitolo agli autoconsumi, ossia a quella parte di energia elettrica generate e utilizzata direttamente nel luogo di produzione. In altre parole non immessa in rete. La relazione conferma che, lo scorso anno, l’autoconsumo fotovoltaico ha toccato quota a 4.735 GWh, segnando a luglio il livello massimo. A titolo di confronto, il dato 2019 era di 4.718 GWh.

Entrando nel dettaglio regionale, nel 2020 il rapporto tra consumo in loco e la produzione netta di questa tipologia impiantistica appare più elevato al nord, con valori massimi rilevati in Lombardia (50%) – alla regione spetta anche il più alto valore assolto – e in Liguria (50%). Segue la Campania con il 49%, l’Emilia Romagna e le provincie autonome di Trento e Bolzano con un 48%.

Le percentuali più elevate di autoconsumo fotovoltaico appaiono ovviamente legate a impianti solari di taglia medio-piccola (da 20 a 200 kW). “Con l’eccezione degli impianti con potenza fino a 20 kW – scrive il GSE –  la percentuale più bassa di autoconsumo si rileva in corrispondenza dei mesi di aprile (a causa delle restrizioni imposte causa pandemia da COVID-19) e agosto; tale andamento si spiega principalmente con i minori consumi delle attività produttive durante il periodo estivo, in una fase di produzione fotovoltaica elevata e presenza di consumatori relativamente bassa”.

Altro dato interessante, a fine dello scorso anno, risultavano installati a livello nazionale poco meno di 40.000 sistemi di accumulo. Parliamo di una potenza nominale complessiva di 189 MW, connessa a 231 MW di fotovoltaico totale. “Dal 2015 il trend delle installazioni dei Sistemi di accumulo (SDA) è caratterizzato da una crescita decisa; nel 2020, in particolare, numero e potenza installata dei SDA sono aumentati del 50% rispetto all’anno precedente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui