Cella solare di giorno, display luminoso di notte

Realizzata una nuova applicazione fotovoltaica in grado di emettere luce, oltre che di convertire i raggi solari in elettricità

Cella solare di giorno, display luminoso di notte

 

(Rinnovabili.it) – La ricerca fotovoltaica mondiale sembra avere occhi solo per la Perovskite, un minerale scoperto nel lontano 1839 e oggi tornato alla ribalta nel settore energetico grazie alla promessa di risolvere l’antinomia solare: ottenere celle ad alta efficienza che siano producibili a basi costi. A “giocare” con la Perovskite sono oggi anche gli scienziati cinesi della Nanyang Technological University (NTU) che proprio grazie a questo materiale ha creato una cella solare in grado di emettere luce, oltre che di convertire i raggi del sole in elettricità; inoltre ogni unità può essere personalizzata per emettere diversi colori. “Immaginate: la facciata di un centro commerciale potrebbe immagazzinare l’energia solare durante il giorno e si trasformarsi in un display luminoso per la pubblicità di notte”, spiegano i ricercatori sul sito web dell’ateneo.

 

Questa scoperta, pubblicata nella rivista scientifica Nature Materials, è stata fatta quasi per caso quando il fisico Sum Tze Chien della NTU ha chiesto al collega Xing Guichuan di far brillare un laser sulla cella solare ibrida in Perovskite che stavano sviluppando. “Quello che abbiamo scoperto è che questo materiale di alta qualità e molto resistente, esposto alla luce è in grado di catturare i fotoni e convertirli in elettricità, o viceversa”, ha affermato Sum. “Variando la composizione del materiale, possiamo fargli emettere una vasta gamma di colori e renderlo adatto anche come dispositivo emettitore di luce, come ad esempio un display a schermo piatto”. Questo materiale avanzato, attualmente in attesa di brevetto, è cinque volte più economico delle attuali celle solari a base di silicio; ciò è dovuto principalmente alla suo facile processo produttivo basato sulla combinazione di due o più sostanze chimiche a temperatura ambiente.