Da una start up svizzera il pannello solare con resa al 36%

Il fotovoltaico a concentrazione debutta nel mercato del solare residenziale. Con un innovativo sistema di microtracking, il pannello della Insolight cattura il 100% della luce incidente

Da una startup svizzera il pannello solare con resa al 36%

 

(Rinnovabili.it) – Il doppio dell’elettricità per la stessa superficie: così la start up svizzera Insolight descrive il suo innovativo pannello solare a concentrazione. L’azienda, che ha sede presso l’Innovation Park del Politecnico di Losanna, ha sviluppato un prototipo di modulo fotovoltaico per le utenze domestiche con l’eccezionale resa del 36,4%. Parliamo di un livello di efficienza notevolmente superiore a quello dei pannelli oggi sul mercato, dove le soluzioni ruotano attorno al 18-20%.

 

Come hanno fatto a raggiungere un rendimento così alto? Grazie ad un sistema ottico in plastica trasparente, piatto ed estremamente sottile, che concentra i raggi del sole che arrivano sulla superficie verso celle ad altissime prestazioni. Quest’ultime, sono piccole unità multigiunzione, costituite da strati in materiali diversi capaci di catturare lunghezze d’onda differenti. Questa particolare architettura regala alle celle in questione un rendimento del 42% ma le rende anche costose da produrre. Motivo per cui fino a ieri la loro applicazione è stata limitata a pochi settori, come quello spaziale.

 

Insolight ha deciso di portarle in ambito residenziale e per farlo ha intrapreso una strada differente rispetto a quella del mercato attuale: invece di lavorare per aumentare la resa dei pannelli ha impiegato lenti per focalizzare i raggi su piccoli segmenti fotovoltaici, non più grandi di alcuni millimetri quadrati. La vera innovazione risiede nel sistema di microtracciamento, brevettato dalla startup, che cattura il 100% della luce indipendentemente dall’angolo di incidenza. La lastra trasparente che riveste il modulo è dotata di una serie di minuscole lenti, che vengono spostate di diversi millimetri durante il giorno da un telaio metallico. Questo leggero movimento, che avviene in tempo reale in base alla posizione del sole, massimizza il rendimento.

“Tutti i componenti sono stati progettati fin dall’inizio per essere prodotto facilmente su larga scala”, spiegano i fondatori della startup. Inizialmente “il sistema sarà un po’ più costoso da acquistare ma la spesa sarà rapidamente compensata dall’energia supplementare che verrà generata”. Questi risultati, che se ufficializzati rappresenterebbero un record mondiale, sono appena stati convalidati dal Fraunhofer Institute, un laboratorio indipendente con sede in Germania.

11 Commenti

  1. Libero Professionista in Italia del Nord (vicinanze Milano Pavia, residenza nei pressidi Vigevano) – propongo appoggio per rivendita, assitenza tecnica, progettazione se fattibile. Attendo eventuale invio di documentazione tecnica. Silvani Giampietro – Via San Giorgio 111/F – 27023 Cassolnovo (PV)

  2. Ingegnere libero professionista e titolare di impresa che installa f. voltaico e altre tecnologie in Sicilia e Calabria. Richiedo maggiori dettagli tecnici-economici anche in prospettiva di eventuale collaborazione.
    Tecnologie Innovative Sicilia, via Andrea Calamech, 16 – 98122 Messina

  3. Ingegnere libero professionista in Campania e Basilicata. Richiedo maggiori informazioni tecniche ed economiche per installazione del prodotto su edifici civili ( utenze private e condomini) ed eventuale collaborazione nella vendita dei suddetti Vs. prodotti in Campania, via Renato De Martino n. 16 -84124 Salerno

  4. Ingegnere Libero Professionista in Italia del Nord (cleintela a Milano – Torino – Genova – Bologna – Sardegna ) Cortesemente richiedo invio di documentazione tecnica. Fani Ing. Alberto – Via Ragazzi del’99 N° 1 – 27029 VIGEVANO (PV)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui