Il fotovoltaico vola verso i 700 GW del 2020

Cresce il settore sotto il potente traino del mercato asiatico. E il costo dell’energia solare scenderà più velocemente del previsto

Il fotovoltaico vola verso i 700 GW del 2020

 

(Rinnovabili.it) – Dopo un 2015 da record per il fotovoltaico mondiale, verrebbe da considerare probabile un rilassamento da parte del settore, verso una crescita costante ma più contenuta. Nulla di più lontano dalla realtà: gli anni che aspettano il comparto solare sono luminosi. Luminosi al punto da far sperare, e a ragione, che il Pianeta arrivi al 2020 con ben 700 GW di capacità fotovoltaica istallata.

 

Le previsioni appartengono al Global Market Outlook for Solar Power 2016-2020, l’ultimo rapporto pubblicato SolarPower Europe (ex-EPIA). Il documento, lanciato ufficialmente oggi, prevede per l’anno in corso un successo (in termini di capacità istallata) addirittura maggiore del 2015. Sotto il potente traino del mercato asiatico, sostituitosi in pochi anni alla leadership dell’Europa, il 2016 dovrebbe chiudersi con ben 62 GW di nuova capacità.

 

Che in questo contesto il ruolo da regina sia ad esclusivo appannaggio della Cina non sorprende più nessuno: solamente nel 1° trimestre di quest’anno la Repubblica Popolare ha istallato oltre 7 GW di fotovoltaico. Insieme al Giappone (secondo posto) e gli USA (terzo posto), la Cina occupa un podio difficile da contrastare anche se non immutabile. Al 2020 è probabile che la spinta degli Investment Tax Credit americani e la solar mission di Nuova Delhi, regali a States e India, rispettivamente, un secondo e terzo posto.

 

Purtroppo tendenze simili non possono essere rintracciate in Europa almeno per ora. Nonostante infatti la regione sia diventata la prima al mondo a superare i 100 GW nel 2015, la domanda è destinata ad un deciso calo quest’anno. Per la ripresa si dovrà attendere il 2017. Contestualmente l’Italia dovrebbe aggiungere solo 4 GW da oggi al 2020.

Nel complesso però i dati non deludono, e difficilmente potrebbero visto il poderoso calo dei prezzi dell’elettricità prodotta dal solare.  Il fenomeno ha assunto contorni chiari nel 2015 e si è consolidato nel 2016 con una delle offerte più basse della storia del fotovoltaico i 2,99 centesimi per kWh offerti da un impianto a Dubai.  “L’energia solare ha a costi sempre più competitivi con i combustibili fossili e la generazione distribuita del fotovoltaico è già più conveniente dell’elettricità al dettaglio in molti paesi”, ha commentato Michael Schmela, consigliere delegato di SolarPower Europe e principale autore del rapporto. “In alcune parti del Pianeta, l’energia solare è diventata anche più conveniente dell’eolico a terra”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui