Oslow, la città australiana alimentata da fotovoltaico con batterie

Nella piccola città costiera dell’Australia occidentale è stata inaugurata una nuova micogrid intelligente per gestire l’energia solare distribuita

fotovoltaico con batterie
Credits: Horizon Power

Un laboratorio urbano per sperimentare le potenzialità di microgrid e fotovoltaico con batterie

(Rinnovabili.it) – È possibile soddisfare il fabbisogno elettrico di una città unicamente attraverso l’energia pulita? Gli oltre 3.000 comuni autosufficienti d’Italia dimostrano di sì. Ma piccoli e grandi modelli di comunità rinnovabile stanno nascendo ovunque nel mondo, dimostrando le potenzialità delle ultime tecnologie verdi. Ne è un esempio Oslow, piccola città costiera dell’Australia occidentale, decisa a tagliare fuori le fonti fossili per passare al fotovoltaico con batterie d’accumulo. A regalarle le prime esperienze di autosufficienza elettrica è stato il progetto Onslow Renewable Energy lanciato da Horizon Power e PXiSE Energy Solutions. L’iniziativa, partita a marzo 2019, aveva come obiettivo dimostrare le potenzialità di una nuova microrete usando il comune costiero come laboratorio.

Leggi anche Da PG&E microgrid rinnovabili per ridurre il rischio d’incendio

Il primo passo è stato realizzare un sistema diffuso di fotovoltaico con batterie d’accumulo, installando circa 600 kW di impianto a terra e altri 700 kW di tetti solari. Cervello del progetto, il Sistema di gestione delle risorse energetiche distribuite (DERMS), impianto di controllo intelligente. DERMS utilizza l’analisi predittiva per massimizzare la quantità di energia rinnovabile nella microgrid di Onslow mantenendo la stabilità e l’integrità della rete per tutti i clienti. “Questa è la prima volta che tale sistema è implementato con questo scopo in Australia”, spiega Horizon Power. “Ulteriori test continueranno a massimizzare la comprensione di questa operazione”. Una volta accesa, la microrete ha dimostrato di poter rispondere alle esigenze elettriche dei cittadini impiegando solo il sole.

Leggi anche Accumulo fotovoltaico a gravità anche per impianti domestici

Sebbene abbia operato al 100% con energia solare, per il piccolo comune non si può parlare ancora di autosufficienza energetica. L’iniziativa è tuttora in fase di test e la quota di impianti di fotovoltaico con batterie deve crescere ulteriormente. Nonostante ciò il ministro dell’Energia dell’Australia occidentale Bill Johnston ha dichiarato il progetto un momento fondamentale nella transizione energetica dello stato. “Il funzionamento della microrete Onslow alimentata al 100% da fonti rinnovabili rappresenta un passo fondamentale verso la costruzione di un futuro energetico più pulito, luminoso e rinnovabile per il nostro stato”, ha affermato. “Questo progetto innovativo dimostra come le risorse energetiche distribuite possono essere integrate in modo sicuro a livello di rete, sbloccando ulteriori benefici dall’assorbimento solare sui tetti dell’Australia occidentale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui