Pannelli fotovoltaici e neve, K2 Buddy garantisce la massima sicurezza

K2 Buddy è “l’amico” digitale creato da K2 Systems per rilevare e misurare i carichi di neve sui tetti fotovoltaici e garantire  la massima sicurezza dell’impianto

K2 Buddy pannelli fotovoltaici neve
Credits: K2 Systems

Articolo pubbliredazionale

Una soluzione digitale per regalare una lunga vita ai moduli fotovoltaici

(Rinnovabili.it) – Il fotovoltaico non teme il brutto tempo invernale. In Italia lo dimostrano quei tanti impianti sul tetto installati nelle regioni settentrionali o nell’arco appenninico, che ogni anno affrontano le condizioni meteorologiche più rigide. Nonostante ciò, per ottenere il meglio del proprio impianto solare anche in questi mesi, è bene prestare particolare attenzione alle condizioni operative, soprattutto in caso di neve. A rendere facile la vita a proprietari ed installatori ci pensa K2 Buddy, innovativo sistema di monitoraggio creato da K2 Systems per proteggere i pannelli fotovoltaici dalla neve.

La società, specializzata nello sviluppo e nella vendita di sistemi di montaggio per tetti, facciate solari e impianti a terra, ha sviluppato negli anni una serie di servizi digitali, in grado di accompagnare e facilitare tutte le fasi di un progetto, dalla fase iniziale di sopralluogo, fino a quella conclusiva di installazione. L’ultimo nato nella famiglia K2 è proprio K2 Buddy, innovativo strumento in grado di garantire una lunga vita ai pannelli solari. Una sorta di amico digitale pensato per proteggere i moduli dai danni e dagli effetti di eccessivi carichi meccanici.

Pannelli fotovoltaici e neve, perché il monitoraggio è importante

Gestire il fotovoltaico in inverno richiede piccole ma indispensabili accortezze. Il GSE ha stilato una guida per tutti i proprietari di sistemi fv, dodici consigli per imparare ad “usare al meglio” il proprio impianto anche nei mesi più freddi e bui, e nella lista un capitolo è espressamente dedicato alla manutenzione con almeno un intervento di controllo e pulizia annuale, effettuato da personale qualificato. 

Ma cosa fare quando i pannelli fotovoltaici si ricoprono di neve? In questo caso è bene chiarire alcuni punti. Una spolverata di neve ha un impatto minimo sui moduli; vento, calore e inclinazione dell’installazione bastano per spazzare via pochi fiocchi che, sciogliendosi, possono anche portare con sé la sporcizia depositata sulla superficie. Senza contare che la maggior parte dei prodotti in commercio è classificata per sopportare un carico di 5.000 o più Pascal. 

Tuttavia con nevicate intense o vere e proprie tempeste di neve, la situazione cambia. Per gli impianti sul tetto è strettamente necessario tenere la situazione sotto controllo per evitare che un carico eccessivo sul modulo ne comprometta efficienza e durata. Soprattutto nel caso si impieghino pannelli fotovoltaici più grandi con limiti di carico inferiori. Allo stesso tempo è anche essenziale scongiurare uno stress aggiuntivo sui sistemi di montaggio e sulla stessa copertura edilizia. In casi estremi, infatti, questo peso supplementare può portare a danni strutturali.

 Non solo. L’accumularsi della neve sui pannelli solari, oltre a diminuire o annullare la produzione energetica, può portare alla creazione di lastre ghiacciate, decisamente più complesse da rimuovere rispetto alla neve fresca. Mantenere l’impianto attraverso un monitoraggio intelligente è il primo passo per evitare problemi di questo tipo.

K2 Buddy, l’ultimo nato della famiglia K2

A gestire in sicurezza la relazione tra pannelli fotovoltaici e neve ci pensa K2 Buddy. Il servizio nasce per venire incontro alle esigenze di installatori e proprietari di impianti solari offrendo un servizio di monitoraggio semplice, costante e user-friendly

Il sistema si compone di sensori di stress meccanico da posizionare sotto i moduli e da un’app gestibile dal proprio smartphone, pc o tablet per visualizzare i dati raccolti. Il funzionamento è semplice: K2 Buddy misura in maniera costante il carico di neve sul tetto, informando in tempo reale della situazione sia il proprietario dell’impianto che l’installatore. Attraverso una grafica semplice e immediata, l’applicazione mostra 24 ore su 24 le condizioni della struttura e avvisa tempestivamente in caso di carichi eccessivi. In questo modo è possibile intervenire per rimuovere la neve prima che provochi un danno o si indurisca troppo, prevenendo la possibile perdita di resa dei moduli.

Lo strumento è stato progettato per adattarsi all’impianto in maniera specifica. L’applicazione possiede, infatti, una sezione in cui inserire il carico meccanico massimo sopportato dai pannelli solari della propria installazione. Una volta attivi i sensori, il software monitorerà la percentuale di peso della neve sui moduli trasmettendo un messaggio d’allerta in caso di superamento del valore.

K2 Buddy, estensione della garanzia sui sistemi di montaggio

Strumento unico nel settore, K2 Buddy si contraddistingue anche grazie ad un’interfaccia utente intuitiva che mostra a colpo d’occhio lo stato dell’installazione. In questo modo è possibile ottimizzare i tempi di controllo ed evitare ispezioni non necessarie, risparmiando spese inutili. L’applicazione conserva tutti i dati registrati in un archivio storico, in maniera da rendere le informazioni disponibili in ogni momento futuro. E dal momento che K2 Buddy è stato pensato proprio per monitorare la situazione sul tetto e rilevare dati nel lungo termine, il periodo di garanzia sulle strutture di montaggio K2 viene esteso da 12 a 20 anni.

Per saperne di più: https://k2-systems.com/it/servizi-digitali/k2-buddy/

Articolo precedenteSussidi ambientalmente dannosi, in Italia i numeri sono “disastrosi e preoccupanti”
Articolo successivoI Ministri dell’Ambiente trovano un compromesso sul regolamento sul packaging

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!