Seu e Unità di Consumo: esclusi ospedali e centri commerciali

MISE: “la definizione di unità di consumo consente di escludere dal SEU i sistemi estesi che, di fatto, sono multicliente”

Seu e Unità di Consumo: esclusi ospedali e centri commerciali

 

(Rinnovabili.it) – Fugati i dubbi sulla definizione di “unità di Consumo” per i sistemi efficienti d’utenza: dai benefici tariffari spettanti ai SEU sono escluse infrastrutture logistiche o di servizi quali centri commerciali, mercati generaliaeroporti e ospedali.

Lo scorso  26 novembre i sentori Girotto, Castaldi e Petrocelli avevano posto un‘interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico in merito ai requisiti previsti dalla deliberazione 578/2013/R/eel dell’Authority per ciò che concerne l’Unità di Consumo (UC) del cliente finale.  Il problema nasceva dal fatto che l’atto emanato dall’AEEGSI riporta infatti una definizione di UC molto restrittiva avendo inserito una frase in particolare “unico prodotto finale e/o servizio” che di fatto delineava una vasta area grigia. Il pericolo ventilato? Che venisse impedito a utenze come centri commerciali, aeroporti od ospedali di divenire clienti di SEU dal momento che, sebbene costituiscano un unico cliente finale (in quanto caratterizzate da un’unica rete elettrica e un’unica bolletta), abbiano al loro interno più attività commerciali distinte.

 

Il MISE ha risposto oggi all’interogazione sui SEU, avvalorando però l’ipotesi più temuta:

“Il cliente finale è definito dal decreto legislativo 79/99 (come in seguito modificato dal decreto legislativo 93/11) come un soggetto che acquista energia elettrica per uso proprio. Al fine di tenere conto in modo univoco di quanto sopra detto e di non includere in tale definizione gli intermediari, è stata introdotta la definizione di unità di consumo, facendo riferimento a quanto già esistente in ambito catastale (da qui deriva il riferimento alle unità immobiliari). La definizione di unità di consumo consente perciò di escludere dal SEU i sistemi estesi che, di fatto, sono multicliente (quali i centri commerciali, gli ospedali e gli aeroporti comprensivi di alberghi, parcheggi e negozi), evitando che essi siano impropriamente considerati come sistemi monocliente per il solo fatto di avere un intermediario unico (tipicamente il consorzio) o una bolletta energetica unica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui