Trina Solar e Anesco puntano ai 150MW

La collaborazione tra Trina Solar e Anesco si consolida e le due aziende puntano ai 150MW. Più di 90 MW venduti ad oggi e altri 50MW annunciati per il secondo semestre 2013

Trina-Solar(Rinnovabili.it) – Trina Solar (NYSE: TSL), azienda leader nel settore del fotovoltaico (FV) con moduli, soluzioni e servizi, ha annunciato di aver stipulato un accordo con Anesco per la fornitura di moduli fotovoltaici con una capacità totale di 50 MW, che nel secondo semestre 2013 verranno utilizzati per progetti di generazione di energia nel Regno Unito. Quest’annuncio nasce come sviluppo e continuazione di un rapporto di lunga data tra le due società che ha visto Trina Solar fornire oltre 90MW dall’inizio dell’anno, con un obiettivo prefissato per il medio termine di 150MW.

Anesco è leader nelle soluzioni di efficienza energetica per il Regno Unito ed è riconosciuta a livello mondiale come una delle 100 migliori aziende private specializzate in tecnologie pulite e rinnovabili. Questa nuova fornitura di moduli fotovoltaici dariva da un accordo stipulato fra Trina Solar e Anesco nel dicembre del 2012 che ha avuto come risultato la fornitura di 50MW da parte di Trina Solar per progetti realizzati da Anesco nei primi tre mesi del 2013.

Richard Rushin, UK Sales Manager di Trina Solar, ha così commentato l’obiettivo comune a entrambe le società di espandere il volume fornito fino a 150MW nei prossimi mesi: “Quando abbiamo iniziato questa partnership alla fine del 2012 abbiamo previsto che il 2013 sarebbe stato l’anno dei parchi solari. In effetti negli ultimi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio slancio del settore fotovoltaico nel Regno Unito in tutti i segmenti di mercato; da ora in avanti i sistemi di grandi dimensioni assumeranno un ruolo sempre più importante nello sviluppo del mix di energia rinnovabile del paese. Con oltre 90MW già forniti, la nostra partnership con Anesco si è sempre più consolidata e guardiamo con fiducia al futuro”, ha concluso Rushin.

Il CEO di Anesco Adrian Pike da parte sua ha aggiunto che “l’esperienza di collaborazione con Trina Solar nei nostri grandi progetti è stata estremamente positiva grazie alla loro capacità di fornire prodotti di alta qualità e un accurato servizio al cliente. L’alta efficienza dei moduli Trina Solar e le loro eccellenti prestazioni in ogni condizione operative ci permette di ottenere una resa maggiore e di realizzare i progetti tenendo conto dell’ambiente circostante.”

Secondo Pike “Anesco sta ottenendo risultati continuativi d’eccellenza in tutti i mercati, dal solare alla biomassa, dallo stoccaggio all’illuminazione, e in particolare con il nostro innovativo modello ESCO. Il fatto di essere conosciuti come uno dei punti di riferimento globali nel settore dell’efficienza energetica è dovuto anche alle nostre forti relazioni con fornitori del calibro di Trina Solar.”

Dopo aver impegnato tempo e risorse per comprendere appieno le implicazioni della recente iniziativa anti-dumping, Trina Solar ha ora tutte la carte in regola per avere successo nel nuovo scenario di mercato. Ha detto infatti Rushin: “Lo abbiamo ripetuto molte volte, ma adesso è più chiaro che mai che nel settore fotovoltaico un prodotto a buon mercato non è più certezza di vendite sicure, dal momento che questa iniziativa è una grande livella in termini di prezzo per tutti i produttori cinesi che importano in Europa e ora la differenza la fanno solo la qualità dei prodotti e dei servizi, la certezza per gli installatori e per gli utenti finali di ricevere le forniture concordate e infine la capacità di fornire consigli professionali per acquisti in tutta sicurezza. Trina Solar ha sempre costruito il suo business su questi principi, e le nuove condizioni di mercato non cambieranno questo approccio. Grazie alla solida posizione finanziaria in cui ci troviamo e alla continua crescita, siamo un ottimo partner a lungo termine per le aziende come Anesco” ha concluso Rushin.