Energia pulita dai calzini grazie a urina e batteri

Ricercatori britannici realizzano il primo sistema autosufficiente per la messaggistica d’emergenza, alimentato da fuel cell microbiche indossabili

Energia pulita dai calzini grazie a urina e batteri

 

(Rinnovabili.it) – Le fuel cell microbiche diventano finalmente indossabili. Il team di robotica dell’Università del West of England a Bristol, nel Regno Unito, ha messo a punto degli speciali calzini in grado di produrre energia pulita a partire da due elementi un po’ meno “puliti”: batteri e urina. L’idea, spiega il professor Ioannis Ieropoulos, era quella di creare un sistema autonomo per la produzione di elettricità partendo dai rifiuti umani come risorse di base. Il funzionamento è semplice: il paio di calze hi-tech sfrutta la tecnologia ben nota delle celle a combustibile microbiche e il passo umano per far circolare all’interno della rete di tubicini il “fluido combustibile”.

 

Il risultato fa sorridere ma, giurano gli scienziati, ha raggiunto lo scopo: “Volevamo che il sistema fosse del tutto autosufficiente capace di funzionare solo grazie all’energia umana – utilizzando l’urina come combustibile e l’azione del piede una pompa”, ha affermato Ieropoulos, a capo della ricerca. Nel dettaglio le calze sono dotate di 24 fuel cell miniaturizzate e flessibili attraverso le quali passa l’urina, fatta circolare semplicemente appoggiando il tallone durante il passo.

L’idea per il sistema di circolazione del fluido si ispira direttamente all’apparato circolatorio dei pesci. L’elettricità così prodotta viene immagazzinata in piccole batterie che alimentano un trasmettitore wireless di messaggi. Il prototipo che Ieropoulous e la sua squadra hanno realizzato ancora non affronta esattamente il problema di come fa arrivare l’urina dentro il calzino, ma i ricercatori sembrano sicuri di poter risolvere tale ostacolo facilmente.

 

L’obiettivo è infatti produrre un efficace dispositivo indossabile che in caso di emergenza possa inviare segnali di SOS anche in mancanza di fonti elettriche tradizionali o della tecnologia di comunicazione. Nell’esperimento, pubblicato sulla rivista Bioinspiration e Biomimetic, piccoli tubi flessibili sono stati posti sotto i talloni dei calzini assicurando così un costante pompaggio del fluido alle ful cell.

Il sistema ha alimentato con successo una scheda di trasmissione radio, che è stata in grado di inviare il messaggio “First Wearable MFC” ogni due minuti ad un ricevitore controllato dal computer.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui