Nasce HyAccelerator, il primo acceleratore per le startup dell’idrogeno

L’obiettivo di HyAccelerator è dare impulso allo sviluppo dell’ecosistema idrogeno puntando sulle tecnologie più promettenti e facilitandone l’ingresso sul mercato.

startup dell'idrogeno
Via depositphotos.com

Il primo acceleratore di startup dell’idrogeno su scala mondiale gestito da un’azienda

(Rinnovabili.it) Sei una startup dell’idrogeno? Hai un’idea o una soluzione che potrebbe contribuire alla nuova H2 economy? In caso di risposta positiva da oggi potrai contare su uno strumento di supporto dedicato. Parliamo di HyAccelerator, programma di accelerazione su scala globale, lanciato oggi da Snam

Gli acceleratori di startup nascono con l’obiettivo di accogliere nella loro sede le aziende più giovani seguendone la crescita con programmi di supporto e affiancamento dedicati. In altre parole aiutano a determinare la strategia operativa, fornendo risorse e strumenti per realizzare l’idea imprenditoriale nel minor tempo possibile. Una sorta di “scorciatoia”, dunque, che oggi concede una rinnovata attenzione alle nuove istanze della transizione energetica.

HyAccelerator ha preso formalmente il via questa mattina con l’apertura della prima call per startup dell’idrogeno, dedicata a player attivi lungo l’intera catena del valore del vettore. L’obiettivo, come spiega Cosma Panzacchi, Executive Vice President Hydrogen di Snam “è dare impulso allo sviluppo dell’ecosistema idrogeno puntando sulle tecnologie più promettenti e facilitandone l’ingresso sul mercato”. L’azienda, che da tempo ha sviluppato una strategia dedicata all’H2, mira ad entrerà in contatto con le giovani realtà più innovative del settore a livello mondiale.

 Come funziona HyAccelerator di Snam

Le startup dell’idrogeno selezionate a valle delle call accederanno a un percorso di accelerazione che durerà dai 4 ai 6 mesi. In questo lasso di tempo Snamfornirà supporto su ricerca e sviluppo, oltre a sessioni di mentorship, networking e testing delle soluzioni. Queste attività potranno anche fare leva sulla rete dell’Hydrogen Innovation Center inaugurato dall’azienda in collaborazione con università e centri di ricerca.

leggi anche Idrogeno in mare, la Germania inizia a fare sul serio

Al termine del percorso, le realtà realizzeranno insieme a Snam studi di fattibilità per futuri progetti pilota nell’idrogeno. In questo modo, Snam mira a esplorare e sostenere le tecnologie a maggior potenziale per accelerare lo sviluppo del vettore e contribuire agli sforzi di decarbonizzazione del sistema economico, in linea con gli obiettivi climatici nazionali e internazionali.

HyAccelerator rientra nella strategia di innovazione di Snam e il processo di candidatura e selezione delle startup sarà effettuato in coerenza con la piattaforma di Open Innovation dell’azienda, Snaminnova.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui