La Cina rilancia sull’idrogeno verde

Al via il più grande progetto di idrogeno rinnovabile promosso direttamente dalle autorità amministrative cinesi senza passare dalle grandi aziende come Sinopec. Produrrà 67mila t di H2 l’anno

idrogeno verde
via depositphotos.com

7 parchi eolici e fotovoltaici per un maxi-progetto di idrogeno verde in Mongolia Interiore

(Rinnovabili.it) – Produrrà poco meno di 67.000 tonnellate di idrogeno verde ogni anno quando sarà a regime. Praticamente 2/3 della quantità che la Mongolia Interiore, la regione del nord della Cina, vuole raggiungere entro il 2023. E si candida a diventare uno dei principali impianti cinesi per la produzione di idrogeno rinnovabile. Subito dietro all’impianto che sorgerà a Jingneng, annunciato ma ancora su carta. È il maxi-progetto svelato dalle autorità della Mongolia Interiore, storicamente ancorata alla produzione di carbone, tanto da fornire il 25% del totale del paese.

Il progetto si snoda tra 7 parchi fotovoltaici ed eolici – rispettivamente da 1,85GW e 370MW – che verranno impiantati tra le città di Ordos e Baotou, per un totale di 465MW di elettrolizzatori. Un cluster di energia pulita tutto rivolto alla produzione di idrogeno verde e operativo nella seconda metà del 2023. Aspetto importante: è il più grande di quelli promossi direttamente dal governo di Pechino, esempio di quella maggiore sintonia con le autorità provinciali che Pechino vuole forgiare anche sulle politiche energetiche.

Leggi anche Come rendere l’idrogeno verde competitivo con le fossili

Altro aspetto interessante è il fatto che l’intero ammontare di elettricità prodotta dai 7 parchi eolici e fotovoltaici sarà destinata agli elettrolizzatori. Finora, invece, i nuovi progetti cinesi di energie rinnovabili erano sempre principalmente destinati alla generazione di elettricità per il consumo, anche quando prevedevano una quota per l’alimentazione di elettrolizzatori.

Pochi i dettagli sui costi e qualche incertezza sulle tempistiche. Almeno uno dei 7 progetti, legato a un impianto di idrogeno rinnovabile da 10mila tonnellate l’anno a Ordos, dovrebbe diventare operativo prima del 2023. Su tutti gli altri invece nessuna data certa, anche se la maggior parte della capacità dovrebbe essere online nel giro di 24 mesi.

Leggi anche L’idrogeno verde supererà l’idrogeno blu entro il 2030

Dettagli non di poco conto visto che la regione della Mongolia Interiore ha fissato il mese scorso degli obiettivi piuttosto ambiziosi sull’H2 verde. La capacità totale di idrogeno rinnovabile dovrebbe salire a 100mila t l’anno già nel 2023, per poi balzare a 500mila t soltanto 2 anni più tardi, nel 2025.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui