Dalla Cina 20 mld per le infrastrutture energetiche del Pakistan

Energia idroelettrica, solare e fossile: questi i tre elementi che rafforzeranno la relazione tra le due nazioni asiatiche

Dalla Cina 20 mld per le infrastrutture energetiche del Pakistan(Rinnovabili.it) – La Cina investirà ben 20 miliardi di dollari nelle infrastrutture energetiche del Pakistan. Lo rende noto il primo ministro del Punjab, Shahbaz Sharif, al termine della tre giorni di visita nella Repubblica Popolare assieme al presidente Manmoon Hussain. Il viaggio è servito ai due paesi a stringere nuove intese economiche, focalizzate soprattutto sul settore delle energie rinnovabili e del carbone. L’investimento concordato con Pechino, che acquisirebbe in cambio la proprietà di alcune centrali termoelettriche, darà un contributo significativo alla lotta contro la carenza di energia pakistana, permettendogli di accrescere la sua capacità produttiva sia sul fronte dell’energia solare che su quello fossile.

 

Secondo l’Associated Press del Pakistan, il memorandum d’intesa prevede anche che le due nazioni lavorino insieme per la costruzione di un corridoio economico che unisca il porto pakistano di Gwadar e la città di Kashgar, nella regione autonoma dello Xinjiang, estremo avamposto cinese in Asia centrale. Inoltre permetterà la co-creazione di centri comuni di ricerca nazionali dedicati allo studio e sviluppo della tecnologia idroelettrica su piccola scala. “La risoluzione della crisi energetica è la priorità assoluta del governo in quanto è essenziale per lo sviluppo economico e il rafforzamento dell’economia”, ha commentato a margine della visita lo stesso ministro Sharif.