Dal MIT la batteria in fibra ricaricabile più lunga del mondo

L’invenzione potrebbe alimentare un’ampia varietà di dispositivi elettronici indossabili, con la possibilità di stamparla in 3D in qualsiasi forma

batteria in fibra
Credits: MIT

Creata la prima batteria in fibra lunga oltre 100 metri

(Rinnovabili.it) – I dispostivi di accumulo flessibile avranno un ruolo fondamentale nell’elettronica di domani. Ecco perché negli ultimi anni la ricerca di settore ha sfornato batterie in carta o gomma, in grado di essere piegate, allungate e persino tagliate. Celle “morbide” facili da integrare in qualsiasi substrato e persino resistenti a lavaggi industriali. A dare un nuovo contributo a questo filone è oggi la speciale batteria in fibra creata dagli ingegneri del Massachusetts Institute of Technology (MIT): una ricaricabile agli ioni di litio spessa poche centinaia di micron ma lunga ben 140 metri. La caratteristiche che accompagnano l’invenzione, secondo gli scienziati, la rendono perfetta per essere tessuta direttamente negli indumenti. Con la possibilità di raggiungere nel futuro a breve termine lunghezze persino superiori.

leggi anche Batterie allo zinco biodegradabili, per un accumulo sostenibile

Macchinari tradizionali, nuova ricetta

Le batterie in fibre non rappresentano una novità dal punto di vista concettuale. Tuttavia il lavoro del MIT conquista grazie diverse caratteristiche uniche. Il dispositivo è prodotto a partire da tre nuovi gel elettroattivi e un sistema standard di trafilatura delle fibre. Nel dettaglio gli ingegneri hanno collocato tutti i componenti in un grande cilindro, riscaldandoli appena al di sotto del punto di fusione. Quindi li hanno spinti attraverso uno stretto ugello che ha il compito di comprimerli a una frazione del loro diametro originale, mantenendo tuttavia la disposizione originale.

Il sistema permette di incorporare il litio e altri materiali direttamente all’interno della fibra, con un rivestimento esterno protettivo, che rende tale versione stabile e impermeabile. Il risultato? Il team ha realizzato la prima batteria a fibra sufficientemente lunga e resistente da avere applicazioni pratiche. Per il ricercatore Tural Khudiyev “non esiste un limite superiore evidente alla lunghezza raggiungibile. Potremmo sicuramente arrivare ad una scala chilometrica”.

Leggi anche Arriva la batteria elastica che puoi anche lavare in lavatrice

Inoltre il dispositivo è molto più sottile e flessibile di tanti progetti simili realizzati in campo dell’accumulo. La fibra di 140 metri prodotta finora ha una capacità di accumulo di energia di 123 milliampere/ora. Un quantitativo sufficiente a caricare smartwatch o telefoni. Il lavoro è stato pubblicato su Materials Today (testo in inglese).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui