Villa Ravino: ecoturismo a Ischia

    Villa Ravino a Ischia è una struttura alberghiera che risponde a tutti i requisiti dell’ecoturismo con le energie rinnovabili, il riciclo, l’uso di detergenti naturali e di compost fatto in casa

    Villa Ravino: cuore verde di Ischia

     

    (Rinnovabili.it) – L’isola di Ischia viene visitata ogni anno da milioni di persone provenienti da tutto il mondo e rappresenta una delle perle del nostro paese dal punto di vista paesaggistico e culturale. Molti di questi visitatori sono attenti ai principi dell’ecoturismo e l’isola sta rispondendo con delle strutture adeguate attente alla sostenibilità e al riciclo.

    Gli ischitani, poi, sono da sempre molto legati alla loro terra e alle loro tradizioni e nonostante l’elevato afflusso turistico non dimenticano mai l’importanza del rispetto e della coonservazione dell’ambiente e dell’ecosistema unico dell’isola. Da questo amore e da questa profonda attenzione per ciò che la natura è riuscita a creare, sono nate a Ischia realtà uniche nel panorama nazionale, profondamente rispettose dell’equilibrio naturale del territorio locale e decise a ridurre al minimo l’impatto del turismo di massa sul delicato ecosistema dell’isola.

     

    Ecoturismo e cactus a Villa Ravino

    Villa Ravino, residence e b&b situato a Forio d’Ischia, è una struttura familiare ed accogliente che è riuscita ad applicare i principi dell’eco-sostenibilità non solo alla struttura turistica in sé, ma anche alla gestione quotidiana del residence e dei visitatori, dando vita ad un resort suggestivo, perfettamente integrato nella natura ischitana, immerso in uno dei parchi botanici più importanti in Europa.

    Abbiamo parlato con Luca D’ambra, Manager della struttura che, grazie al supporto della sua famiglia, riesce a portare avanti questo progetto nel pieno rispetto dei principi dell’eco-sostenibilità ambientale.

     

    Villa Ravino: ecoturismo a IschiaCosa rende Villa Ravino una struttura green? Da cosa è nata la decisione di prestare particolare attenzione all’ecoturismo e all’ecosostenibilità?

    Amiamo molto la nostra isola e siamo convinti che solo attraverso una gestione attenta delle risorse e della “presenza umana” sia possibile mantenere la magia e il perfetto equilibrio di cui gode Ischia. Per questa ragione ci siamo impegnati fin da subito a gestire Villa Ravino con un occhio sempre attendo al rispetto dell’ambiente in cui è inserita, perché al di là di hotel, ristoranti e locali, ciò che porta turisti e visitatori da tutto il mondo è la nostra isola: non prendersene cura sarebbe come buttare un dono prezioso.

     

    Nel concreto, come vi siete organizzati per rendere la struttura più ecosostenibile?

    Siamo molto attenti alla questione del riciclo: non sprechiamo nulla, quello che normalmente viene buttato può essere utilizzato, ristrutturato o riusato, nel senso che gli si trova una nuova funzione. Utilizziamo i pannelli solari per produrre energia pulita, facciamo noi stessi il compost che usiamo per il nostro giardino e per l’orto, che utilizziamo per coltivare le verdure più comuni che si usano solitamente in cucina, assicurandoci cibo biologico a chilometro zero. L’attenzione che mettiamo nei confronti dell’ambiente che ci circonda non si ferma solo alla struttura, ma ci impegniamo per rendere anche la nostra quotidianità il più green possibile, utilizzando detersivi e detergenti bio, che limitano al minimo l’inquinamento. Non serve fare cose eccezionali, ma ci sono piccole accortezze che, tutte insieme, possono fare la differenza.

     

    In che modo siete riusciti ad integrare la natura circostante con la struttura di Villa Ravino?

    Oltre alle piccole accortezze che mettiamo in atto ogni giorno, abbiamo deciso alcuni anni fa di creare anche un giardino botanico di piante succulente (piante grasse), ad oggi il più grande in Europa per varietà e dimensioni: oltre all’aspetto meramente decorativo le piante grasse rappresentano una tipologia di pianta di per sé “ecologica”: richiede una manutenzione semplice e consuma poca acqua, un punto molto importante se si vogliono evitare sprechi inutili di risorse idriche, contribuendo alla perfetta depurazione atmosferica. Il parco, che si estende su una superfice di 6.000 mq, attira moltissimi turisti che vengono a scoprire le sue meraviglie nascoste e in più fa bene alla natura, un mix perfetto che rende la struttura di Villa Ravino un esempio importantissimo di come una soluzione di ecoturismo funzionale ma rispettosa dell’ambiente sia possibile e debba essere l’obiettivo comune del turismo moderno.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui